In Lombardia, lontano dai bilanci, funzionari di governo, la tragedia dei morti nascosti coronavirus


Don Mario, il parroco di Seriate, in mezzo a delle bare custodite nella chiesa di San Giuseppe, 26 marzo, a Seriate, Lombardia (italia).
Don Mario, il parroco di Seriate, in mezzo a delle bare custodite nella chiesa di San Giuseppe, 26 marzo, a Seriate, Lombardia (italia). PIERO CRUCIATTI / AFP

“Raffaele non era più giovane, aveva avuto un sacco di problemi di salute ultimamente. Lo abbiamo visto spesso a casa. C’è un po ‘ più di quindici giorni, passò rapidamente con il basco e il suo piccolo sguardo malizioso. La scorsa settimana, egli è venuto per gettare la spazzatura. Cadde a terra, in mezzo alla strada, pavimentato. Febbre e problemi respiratori. Sua moglie ha chiesto che l’ospedale di provarlo per sapere se era la Covid-19. Egli non ha non è data la possibilità : non era una priorità. Non è la morte di lui, senza avere visto un solo medico. ”

Lo storico e scrittore Antoine Germa, cui è stato consegnato il 24 marzo, con questa testimonianza, che vivono nel centro di Brescia, nel cuore di queste pianure della Lombardia sono state decimate dalla fine del mese di febbraio, l’epidemia a causa del coronavirus.

Leggi anche Coronavirus : più di un milione di casi segnalati nel mondo

Raffaele è stato un vicino di casa e un amico. Si tratta di uno degli innumerevoli invisibile vittime di questa epidemia, che ha letteralmente messo in ginocchio, in un solo mese, il sistema sanitario della regione più ricca d’Italia.

“È la paura travolgente “

È a Brescia, i bambini più andare a scuola per sei settimane, e il confinamento totale dell ‘ 8 marzo. Le eleganti piazze del centro, di solito è così vivo, sono deserte e silenziose, e l’unico rumore che si sente, la notte è caduto e per tutta la notte, senza interruzione, o quasi, è quello di ambulanze.

Le restrizioni sono osservate per la lettera, con rigore assoluto. Il resto, se il contenimento dovesse essere sollevato domani, nessuno potrebbe uscire in strada… “La paura è travolgente, ovunque, un’ulteriore prova di Mr. Germa. Questa mattina, due case da casa, i vigili del fuoco è venuto a prendere il cadavere di uno dei miei vicini di casa. Qui, quando il ministero degli interni ha annunciato (31 marzo) che assiste un genitore con un bambino sarebbe tollerato, è la stessa gente che ha chiesto che il divieto di essere mantenuto. “

Le bare sono depositate il 26 marzo nella chiesa di San Giuseppe di Seriate.
Le bare sono depositate il 26 marzo nella chiesa di San Giuseppe di Seriate. CLAUDIO FURLAN / AP

Secondo l’ufficiale numero verde fornito dalla protezione civile, la sera del 2 aprile, la Lombardia sono stati ufficialmente 7 960 vittime, o il 57% del totale di 13 915 morti di Covid-19 elencati sul suolo italiano. Ma queste cifre non danno alcun dubbio che una buona immagine è un parziale dramma.

Leggi anche “Qui, tutti sanno che una morte o un grave stato” di Bergamo, un nuovo epicentro per l’epidemia di coronavirus in Italia

In effetti sono contabilizzati come persone ufficialmente diagnosticata, dopo un periodo di degenza in ospedale. Tuttavia, il sistema ospedaliero, lombardo è così congestionato che non è più in grado, in gran parte della regione, per rispondere all’emergenza…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *