La FAA ha fermato brevemente il traffico aereo nell'area di New York dopo che un dipendente del traffico aereo si è dimostrato positivo per COVID-19


La Federal Aviation Administration ha interrotto brevemente le partenze dagli aeroporti di New York e Filadelfia dopo che un tirocinante presso il Centro di controllo del traffico della rotta aerea di New York a Long Island è risultato positivo per COVID-19 oggi. La persona non era nella struttura dal 17 marzo e la FAA sta disinfettando le aree colpite.

A partire dalle 14:45 ET, l'agenzia aveva revocato l'ordine di arresto, secondo il Associated Press.

Il centro di Long Island, che gestisce principalmente voli di alta quota e di fondo, è rimasto aperto. Ma la FAA ha reinstradato i voli "come parte di un piano di emergenza di lunga data per garantire il proseguimento delle operazioni".

La FAA ha dichiarato in una dichiarazione che sta "collaborando con funzionari sanitari locali e rappresentanti dei dipendenti per determinare quante persone potrebbero aver interagito con il tirocinante negli ultimi giorni".

CNBC segnalati che ci sono stati problemi di personale a causa del coronavirus presso le strutture FAA in tutto il paese; mercoledì, voli dall'aeroporto internazionale McCarran di Las Vegas furono deviati perché un controllore del traffico aereo ha "potenzialmente testato positivo" per COVID-19.

Aggiornamento 21 marzo 14:51 ET: Aggiunge che la FAA ha revocato l'ordine di arresto a terra

Sviluppando…



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *