Byte sta per pagare $ 250.000 ai creatori per buoni video


Byte prevede di iniziare a pagare creatori ad aprile, offrendo $ 250.000 in pagamenti totali al primo gruppo di creatori nel suo programma partner.

Il programma inizialmente sarà piuttosto limitato. Saranno inclusi solo fino a 100 creatori, che devono fare domanda e essere scelti da Byte. Byte afferma di cercare persone che pubblicano regolarmente, realizzano video di ritratti a schermo intero e sono membri positivi della community.

Byte pagherà i partner ogni 30 giorni in base al loro pubblico. I creatori verranno inseriti in "Parentesi di visualizzazione" e tutti gli utenti nella stessa parentesi riceveranno lo stesso importo. La società non fornisce dettagli su quanto i creatori possono aspettarsi di realizzare.

È un piccolo inizio, ma è comunque una mossa importante dall'app social video iniziale. Byte, che viene dal co-fondatore di Vine, affronta la forte concorrenza di TikTok, che è esplosa nel corso dell'ultimo anno e consente alle persone di creare video in un formato molto simile – con l'aggiunta della musica con licenza. Ma TikTok, in modo critico, offre pochissime opportunità ai creatori di essere pagati attraverso la piattaforma stessa. Ciò potrebbe incoraggiare i creatori di successo a guardare altrove mentre cercano di trasformare la loro fama virale in profitti.

Il pool di pagamenti iniziale di $ 250.000 verrà distribuito su quattro pagamenti. Dopo questi quattro pagamenti, Byte intende creare un nuovo pool di pagamenti, teoricamente con più creatori, e ricominciare. Intende lanciare un nuovo pool di pagamenti ogni 120 giorni.

Byte afferma che, per ora, sta rimettendo il "100% delle entrate pubblicitarie" nel suo programma partner per pagare i creatori. Gli annunci non verranno pubblicati davanti a singoli byte o nel tuo feed; un primo annuncio per Nike, ad esempio, è apparso come una sezione sponsorizzata all'interno dell'app.

"Il nostro piano a lungo termine è quello di avere la maggior parte delle entrate destinate ai creatori, con una minoranza che ci aiuterà ad aiutare con le nostre operazioni e attività", ha scritto Byte il mese scorso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *