La Liga ripensa posizione sopra apparente gesto razzista da allenatore del Real Mallorca


A metà del secondo tempo della partita tra Espanyol e Maiorca in precedenza, il preparatore atletico dell’isola delle Baleari team — Dani Pastore-è stato catturato sulla macchina fotografica tirando i suoi occhi di nuovo al presunto segnale al giocatore Giapponese Takefusa Kubo che egli deve essere pronto a tornare in campo come un sostituto per l’infortunato compagno di squadra.

La Liga è venuto in per la critica dopo che ha detto il Pastore azioni è “semplicemente un modo di avvertire il lettore, quando era in fase di riscaldamento senza altra intenzione.”

“Capiamo che non c’era alcuna intenzione di offendere nessuno con questo gesto,” La Liga ha detto in una nuova dichiarazione inviata alla CNN.

“Ci rendiamo conto che può essere offensivo e ci scusiamo per questo.

“Cercheremo di evitare la ripetizione. La Liga è sempre combatte ogni tipo di razzisti, violenti o xenofobi comportamento o qualsiasi tipo di discriminazione”.

Takefusa Kubo sul Real Mallorca in panchina durante la partita di Liga contro l'Espanyol.

Real Mallorca e Pastore non hanno risposto alla CNN le ripetute richieste di commento, sia tramite telefono e email.

Nella sua dichiarazione originale inviato della CNN la scorsa settimana, La Liga ha detto di “non considerare che l’intenzione di questo gesto comporta un atteggiamento razzista.”

L’incidente nella partita giocata il 9 febbraio, si è verificato nel 65 ° minuto, quando Maiorca giocatore Salva Sevilla è stato ricevuto il trattamento per un infortunio che lo costrinse ad essere sostituito.

Kubo è in prestito al Maiorca dal Real Madrid, che ha firmato il 18-year-old prodigio dall’FC Tokyo durante la finestra estiva del calciomercato.

L’adolescente ha fatto sette presenze con la squadra nazionale Giapponese e ha giocato 22 volte per Maiorca finora in questa stagione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *