Intel e Vivo si uniscono ai prelievi di Sony e Amazon dal Mobile World Congress a causa del rischio di coronavirus


Intel, Vivo e NTT Docomo si uniscono a Sony, Amazon e altri che hanno annullato la loro presenza al Mobile World Congress 2020 a causa dell'epidemia di coronavirus. LG, ZTE, Nvidia ed Ericsson hanno già cancellato vari eventi che si sarebbero svolti al MWC di Barcellona, ​​la più grande fiera della tecnologia mobile del calendario annuale. TCL ha anche annunciato che non avrebbe tenuto una conferenza stampa durante lo spettacolo, ma la società ha ancora intenzione di partecipare.

"La sicurezza e il benessere di tutti i nostri dipendenti e partner è la nostra massima priorità e ci siamo ritirati dal Mobile World Congress di quest'anno con molta cautela", ha affermato un portavoce di Intel in una nota pubblicata da VentureBeat. NTT ha anche sottolineato la necessità di proteggere clienti, partner e personale, secondo Reuters.

Vivo, citando preoccupazioni per la salute e la sicurezza dei suoi dipendenti e del pubblico, sta ritirando il debutto del suo nuovo concept phone Apex 2020 da MWC. I piani revisionati saranno presto pubblicati, secondo la compagnia.

"Sony ha monitorato attentamente la situazione in evoluzione a seguito del nuovo focolaio di coronavirus, che è stato dichiarato un'emergenza globale dall'Organizzazione mondiale della sanità il 30 gennaio 2020", afferma Sony in un dichiarazione pubblicato sul suo sito web lunedì. "Poiché attribuiamo la massima importanza alla sicurezza e al benessere dei nostri clienti, partner, media e dipendenti, abbiamo preso la difficile decisione di ritirarci dall'esibizione e dalla partecipazione al MWC 2020 di Barcellona, ​​in Spagna."

Amazon, nel frattempo, dice TechCrunch che "a causa dello scoppio e delle continue preoccupazioni per il nuovo coronavirus, Amazon si ritirerà dall'esibizione e dalla partecipazione al Mobile World Congress 2020, in programma dal 24 al 27 febbraio a Barcellona, ​​in Spagna".

Amazon non ha storicamente avuto un'importante presenza focalizzata sul consumatore presso MWC. Sony, d'altra parte, usa spesso lo spettacolo per rivelare i suoi dispositivi mobili più importanti. L'anno scorso, ad esempio, la società ha annunciato il suo telefono di punta Xperia 1 allo spettacolo. Sony afferma che farà invece i suoi annunci online attraverso il suo canale Xperia YouTube quest'anno.

In una dichiarazione, TCL ha dichiarato di aver preso la decisione di annullare il suo evento stampa per MWC. Tuttavia, ha sottolineato che "questa decisione non ha alcun impatto sulle altre attività di MWC 2020 pianificate dalla società e TCL annuncerà ancora i suoi ultimi dispositivi mobili e li mostrerà al suo stand".

Ieri l'associazione GSM, che organizza MWC, ha pubblicato un dichiarazione aggiornata dettagliare ulteriori contromisure che sta prendendo contro la diffusione del coronavirus. Nessun viaggiatore proveniente dalla provincia cinese di Hubei, dove è iniziata l'epidemia, potrà accedere all'evento, mentre chiunque abbia visitato altre regioni della Cina dovrà dimostrare di essere stato fuori dal paese per 14 giorni in anticipo. Con MWC che inizierà tra due settimane oggi, è probabile che ciò complichi i piani di diverse società cinesi che stavano pianificando di partecipare.

Aggiornamento 10 febbraio, 9:40 ET: Aggiornato con informazioni sulla cancellazione di TCL.

Aggiornamento dell'11 febbraio, 1:28 ET: Aggiornato con informazioni da Intel e NTT Docomo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *