L'uomo accusato di aver fatto migliaia di robocall razzisti affronta una multa di 13 milioni di dollari


Il FCC ha proposto una multa di quasi 13 milioni di dollari per un uomo che dice fosse dietro una serie di campagne razziste e antisemite di robocalling composte da oltre 6.000 chiamate in sei stati. L'uomo è accusato di usare tropi antisemiti e razzisti per attaccare candidati politici, minacciare un giornale e alimentare l'odio razziale dopo l'omicidio di uno studente universitario da parte di un immigrato senza documenti.

Ci sono state sei campagne in totale, secondo quanto affermato da FCC, che hanno attaccato candidati politici in California, Florida e Georgia (rispettivamente 1.496, 766 e 583), minacciando un giornale in Idaho (750 chiamate) e diffondendo teorie cospirative su un processo in Virginia (2.023 chiamate). In quest'ultimo caso, la FCC afferma che le chiamate sembrano progettate per influenzare la giuria del processo.

In Iowa, una campagna ha posto 827 chiamate in cui la voce di una donna progettata per imitare uno studente assassinato ha incoraggiato i destinatari delle chiamate a "ucciderli tutti", riferendosi agli immigrati privi di documenti secondo il presidente della FCC Ajit Pai. Un immigrato senza documenti era stato accusato dell'omicidio dello studente il mese precedente. Una di queste chiamate è stata ricevuta dal padre della vittima.

Le campagne sono presumibilmente opera di Scott D. Rhodes, secondo Il New York Times. Rodi è accusato di falsificazione degli ID chiamante con l'intento di causare danni. È accusato di violare la Verità nell'Atto ID chiamante manipolando le informazioni dell'ID chiamata per far sembrare che le chiamate provenissero da numeri locali vicini ai loro destinatari. Rodi avrà 30 giorni per rispondere ai risultati, dopodiché la FCC voterà sull'opportunità di imporre una sanzione di $ 12.910.000.

Rodi gestisce il sito web Road to Power ed è accusato da gruppi anti-odio di essere un suprematista bianco. Road to Power ha precedentemente preso il merito dei robocall razzisti fatti ai dipendenti della Columbia University dopo che uno studente di matricola è stato ucciso in un rapimento. Tuttavia, queste chiamate non fanno parte dell'azione corrente della FCC.

Il caso illustra come i robocall non siano solo un fastidioso evento quotidiano per chiunque abbia un numero di telefono, ma che possano essere attivamente utilizzati per molestare, minacciare e diffondere l'odio su vasta scala. Non possono essere eliminati abbastanza presto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *