WarnerMedia riscuote entrate da $ 1,2 miliardi nella speranza che HBO Max paghi nel lungo periodo


HBO Max costerà un sacco di soldi ad AT&T, ma i dirigenti delle aziende stanno bene con una perdita a breve termine se il guadagno a lungo termine ripaga.

AT&T riferisce stamattina nei suoi guadagni trimestrali che la sua divisione WarnerMedia perso oltre $ 1 miliardo di entrate a causa degli investimenti in HBO Max, il servizio di streaming che si appresta a lanciare a maggio. In particolare, tali perdite sono dovute a "investimenti di HBO Max sotto forma di entrate di licenza per i contenuti WarnerMedia scontati". Fondamentalmente, AT&T sta riscuotendo un notevole successo non concedendo in licenza alcuni dei suoi spettacoli e film WarnerMedia a concorrenti in streaming come Netflix e Hulu.

L'obiettivo è portare tutto il suo massimo IP su HBO Max – like Amici e La teoria del Big Bang – come offerte esclusive da annotare in nuovi abbonati. Anche AT&T sta pianificando di farlo investire circa $ 4 miliardi nei prossimi anni in Max, incluso l'ordinamento di una serie di serie originali su HBO tradizionale e HBO Max, al fine di competere con servizi di streaming come Netflix, Disney + e Apple TV Plus.

"Abbiamo consegnato ciò che avevamo promesso nel 2019 e iniziamo quest'anno con un forte slancio nel wireless, con HBO Max che sarà lanciato a maggio e il nostro piano di pensionamento azionario ben avviato", afferma il CEO di AT&T Randall Stephenson nel rapporto. "Le nostre prospettive per il 2020 ci consentono di compiere progressi significativi sui nostri piani triennali di allocazione finanziaria e patrimoniale mentre continuiamo a investire in opportunità di crescita e creare valore per i nostri proprietari, come abbiamo fatto l'anno scorso."

Più di $ 1 miliardo di perdite di entrate potrebbero non essere ciò che gli investitori vogliono sentire, ma Stephenson ha delineato quanto sarà costoso HBO Max nel frattempo. L'ultimo quarto, Stephenson ha detto agli investitori HBO Max sarà "un'attività significativa per noi nei prossimi quattro o cinque anni", ma ha ribadito in occasione di un evento HBO Max che la società non pensa che HBO Max sarà una parte redditizia di AT&T fino al 2024 o 2025.

"Vorrei dirti che ci sentiamo a nostro agio a questi livelli di investimento che possiamo fare qualcosa di molto significativo sul mercato e guidare alcuni significativi guadagni degli abbonati", ha detto Stephenson in una chiamata nell'ottobre 2019.

HBO Max è impostato per essere il "cavallo di battaglia" per le divisioni video di AT&T e WarnerMedia, secondo Stephenson. Guardando il resto del rapporto sugli utili di AT&T, è facile capire perché la società sta scommettendo molto sul taglio del cavo. Mentre nel complesso la divisione WarnerMedia, che ospita HBO, Turner e Warner Bros., è scesa di poco più del tre percento delle entrate a $ 8,9 miliardi, c'è stata una certa crescita degli abbonati. HBO ha registrato un aumento delle entrate dell'1,9% grazie agli abbonati digitali (ovvero HBO Now e HBO Go), mentre Turner ha registrato un aumento delle entrate dell'1,6%, anche grazie ai guadagni degli abbonati.

Sia Stephenson che il presidente di AT&T John Stankey hanno già parlato della conversione di un certo numero di abbonati di AT&T sul fronte digitale in HBO Max. Ad esempio, i clienti con abbonamenti HBO Now o HBO Go possono trasferire gratuitamente su HBO Max. Ma non sono solo gli abbonati digitali che AT&T spera di convertirsi ai credenti di HBO Max. La società ha riferito che i suoi abbonati TV tradizionali continuano a diminuire, con una perdita di oltre 1,2 milioni di abbonati sul fronte della pay-TV. I servizi premium come DirecTV hanno registrato una perdita netta di 945.000 clienti, mentre AT&T TV Now (simile a Hulu TV e YouTube TV) ha registrato una perdita di 219.000 clienti. Tutti insieme, gli abbonati TV esistenti di AT&T sono diminuiti del 20 percento tra il 31 dicembre 2018 e ora.

AT&T non è l'unica azienda che deve far fronte a un calo dei clienti della pay-TV, né è l'unica azienda che cerca di trattenere le persone investendo molto in digitale. Comcast sta facendo la stessa cosa con il suo prossimo servizio di streaming, Peacock. Ci vorranno più di alcuni anni prima che le aziende che entrano nello spazio diretto al consumatore (Disney, Comcast, AT&T) inizino a vedere il profitto delle loro fatiche. Una gran parte di ciò sta perdendo le entrate derivanti dalle licenze per Netflix, che rappresentavano centinaia di milioni e talvolta miliardi di dollari in affari. Indipendentemente dal fatto che HBO Max esegua o meno le aspettative e le necessità di AT&T, ci vorranno anni per vederlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *