L'Apple Archive non ufficiale è di nuovo sulla porta della morte


Spero che ti sia riempito l'Apple Archive non ufficiale la scorsa settimana, perché quella vasta collezione di oltre 15.000 pubblicità classiche di Apple, video di formazione interna e altre probabilità e conclusioni della storia della società di computer di Cupertino è stata ora divisa in pezzi – a fine venerdì, il curatore Sam Henri Gold ha ricevuto un vero diluvio di Gli avvisi di rimozione DMCA provenienti dagli avvocati di Apple, che gli hanno fatto sapere che la stragrande maggioranza dei video che aveva caricato su Vimeo erano stati rimossi da Internet.

"Sai com'è ricevere 700 notifiche e-mail al polso in circa 2 minuti? Il tuo polso diventa insensibile alle vibrazioni, ”dice Gold The Verge.

L'oro ha twittato che al 25 gennaio rimanevano ancora 264 video e sul suo sito Web è ancora possibile trovare molti annunci di stampa Apple vintage. Ma ogni singolo video che abbiamo indicato come particolarmente divertente è stato rimosso.

Gli abbattimenti non dovrebbero davvero sorprendere nessuno, dal momento che 1) questi video appartengono presumibilmente a Apple, non a Gold, 2) le società hanno generalmente il dovere di proteggere la loro proprietà intellettuale e 3) perché Gold e Apple sembrano aver giocato un gioco di una talpa da un po 'di tempo.

Abbiamo scritto di una precedente iterazione dell'archivio Gold dell'anno scorso, quando lo aveva migrato in una cartella di Google Drive, ma risale a oltre – quasi tre anni fa, quando Gold aveva 15 anni, ha cercato di ospitarlo su YouTube e, successivamente, ha contribuito a trasformarlo in un torrente.

Gold ci ha detto che non ha ancora ricevuto alcuna comunicazione diretta da Apple o dai suoi avvocati, ma Lui sembra esaminare comunque le sue opzioni legali:

E sta ancora aggiungendo anche più contenuti.

"Un gruppo di dipendenti Apple, passati e presenti, ha mostrato un enorme interesse e supporto per quello che sto facendo", ci dice Gold, aggiungendo che gli piacerebbe lavorare con Apple e il suo team di marketing per creare una versione ufficiale dell'archivio , se gli avessero dato la possibilità.

"Ottengo che il loro marchio non risieda in passato, ma la conservazione della storia della società pubblica ha un valore inestimabile sia per la loro base di consumatori devoti che per i ricercatori", afferma.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *