Lenovo sta costruendo un altro auricolare VR autonomo


Finora Lenovo non ha fatto le migliori scommesse nella realtà virtuale, ma sembra che la società stia per riprovare – secondo un nuovo deposito FCC per il "Lenovo VR3030S", che i documenti aziendali identificano come un imminente auricolare VR autonomo.

Standalone significa che come il precedente Mirage Solo di Lenovo o Oculus Quest, non dovrebbe richiedere di collegare un telefono o un PC, perché la potenza di elaborazione è integrata. Ma dove il sfortunato Mirage Solo si basava sul defunto Daydream di Google Piattaforma VR, presumibilmente un nuovo auricolare funzionerà su un altro: forse Steam VR di Valve, Windows Mixed Reality di Microsoft o forse anche Oculus di Facebook?

Parlando delle sfortunate scommesse di Lenovo nella realtà virtuale, è un fatto poco noto che la società di elettronica cinese fosse dietro la cuffia Oculus Rift S – sai, il PC legato che finì per suonare il secondo violino della standalone Oculus Quest. (Sapevi anche che un accordo di licenza tra Sony e Lenovo è il modo in cui le cuffie Oculus possono fondamentalmente avere la stessa fascia della PlayStation VR? Bene, ora sì.)

Oculus Rift S. Non sorprenderti se il prossimo auricolare di Lenovo assomiglia molto a questo.
Foto di Amelia Holowaty Krales / The Verge

Sebbene i documenti FCC non offrano altri dettagli sulla nuova cuffia VR standalone, siamo curiosi di sapere se Lenovo invierà anche i documenti di certificazione FCC per un nuovo set di controller VR: Mirage Solo si è affidato alle bacchette costruite da Google , sebbene Lenovo abbia finito per costruire le sue semplici levette a due pulsanti per le sue cuffie Mirage AR di seconda generazione con Disney.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *