Microsoft afferma che Xbox Series X non avrà giochi esclusivi di prima parte al lancio


La prossima console di prossima generazione di Microsoft, Xbox Series X, romperà la tradizione non lanciandosi con giochi esclusivi giocabili solo sul nuovo hardware. Invece, Microsoft si sta appoggiando alla sua strategia Xbox Play Anywhere e supporta pienamente la compatibilità con le versioni precedenti.

Secondo il capo di Microsoft Studios, Matt Booty, che ha parlato con il sito di gioco del Regno Unito MCV, "Nel corso del prossimo anno, due anni, tutti i nostri giochi, una specie di PC, giocheranno su e giù su quella famiglia di dispositivi", ha detto Booty. "Vogliamo assicurarci che se qualcuno investe in Xbox tra ora e (Serie X) che ritiene di aver fatto un buon investimento e che ci impegniamo con i contenuti". Ciò sembra implicare che ci sarà un punto in cui i nuovi giochi Xbox proprietari progettati per la serie X non funzioneranno sulla Xbox One standard, ma sembrerebbe essere una via d'uscita dopo il lancio.

Questo non è un drastico distacco da ciò che Microsoft ha suggerito per mesi ormai. La società ha dichiarato di voler rendere tutti i giochi di prima parte su Xbox riproducibili su Windows 10 nell'ambito dell'iniziativa Xbox Play Anywhere. La società ha anche affermato a giugno all'E3, prima della rivelazione ufficiale della Serie X e quando la nuova console era conosciuta solo come Project Scarlett, che la sua console di nuova generazione avrebbe giocato anche su giochi Xbox One. Lo stesso vale per la PlayStation 5 di Sony, con Sony confermando all'inizio di quest'anno che la sua nuova console sarebbe retrocompatibile con i giochi PS4. (Sony, tuttavia, non ha ancora detto che non sarà possibile lanciare giochi con la PS5 solo essere riprodotto su quel dispositivo.)

Ma questa è la prima volta che Microsoft afferma esplicitamente che la sua nuova console non verrà lanciata con una lista dedicata di esclusive di prima parte, come è stato il caso di quasi tutte le nuove generazioni di console negli ultimi due decenni. La più grande esclusiva Xbox One X di prima parte, Halo Infinite, è già stato confermato funziona su Xbox e Xbox One di nuova generazione, così come Windows 10. Ma qui Booty sta chiarendo che sarà così per ogni nuovo gioco Xbox che andrà avanti per almeno un anno dopo il lancio della Serie X.

Questo è un po 'un'arma a doppio taglio per Microsoft. La compagnia ha fatto di tutto per assicurarsi che la sua biblioteca digitale di giochi Xbox includesse vecchi titoli 360 e un'intera gamma di giochi classici, portati e indipendenti. Ha anche creato la piattaforma Xbox per supportare la retrocompatibilità tra la Serie X e la Xbox One, poiché entrambe sono costruite sulla stessa architettura.

Questo è ottimo per i consumatori che si preoccupano di abbandonare le loro intere librerie quando eseguono l'aggiornamento all'hardware più recente, che è stata una delle principali insidie ​​dell'acquisto di una nuova console nelle generazioni passate. Senza abbastanza buoni nuovi giochi sulla nuova console, potresti essere stato bloccato a pagare centinaia di dollari per un dispositivo che non volevi davvero accendere così tanto fino a quando la libreria del software non fosse stata adeguatamente riempita.

Il rovescio della medaglia, ovviamente, è che Microsoft non ha un argomento molto forte sul perché dovresti aggiornare a Xbox Series X se non ha giochi esclusivi e se puoi ottenere prestazioni simili o persino migliori per gli stessi titoli su un PC da gioco.

Microsoft spera che le impressionanti specifiche della Serie X e la sua facilità d'uso sulla piattaforma PC venderanno punti, in particolare per i giocatori che forse non hanno eseguito l'upgrade a una nuova console dall'originale Xbox One nel 2013. Ma l'approccio attuale dell'azienda per le esclusive e il gioco multipiattaforma potrebbe rendere la Serie X una vendita particolarmente dura se possiedi già, per esempio, Xbox One X, rilasciato nel 2017 o un PC da gioco capace.

Aggiornamento del 10 gennaio, 18:50 ET: Chiarito che Microsoft si riferisce ai giochi proprietari pubblicati su Xbox Game Studios e non a tutti i giochi sulla piattaforma Xbox.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *