Kerber effettua Barty per gestire il mondo No 1 pressioni



Brisbane – Ex N. 1 Angelique Kerber conosce la pressione di avvio di una nuova stagione il giocatore che tutti vogliono battere, ma lei è sicuro Ashleigh Barty nella sfida.

L’Australiano aveva un breakout anno 2019, vincendo l’Open di francia, insieme con il prestigioso WTA Finals, dove ha consolidato la sua posizione in cima a fine anno classifica.

Sia Kerber e Barty, insieme con l’ex numero uno del mondo Naomi Osaka, iniziano la loro 2020 campagne a livello Internazionale di Brisbane dal lunedì.

“Lei è sempre un avversario difficile. Lei è un grande giocatore, una grande persona come bene, e sono davvero felice per lei che ha raggiunto il numero uno spot,” il tedesco ha detto ai giornalisti di Barty.

“Ha messo un sacco di sforzo e ha lavorato duro. È sempre un duro anno di avvio come il giocatore numero uno, ma penso che sarà affrontare la situazione.”

Kerber conosce bene le insidie di combattere per eseguire il backup di una stagione della svolta.

Dopo aver vinto due tornei del grande Slam nel 2016 e il 2018, ha lottato per emulare i suoi risultati negli anni seguenti.

“Stavo davvero cercando di godere, ma è davvero necessario pianificare il vostro giorno un po’ diverso rispetto alla numero 20 o numero 30 del mondo,” ha detto.

“È necessario migliorare ogni singolo torneo, ogni anno, perché anche se vincere un Grand Slam, tutti cercano di battere.”

Ma lei è sicuro che il level-headed Barty ha quello che serve per gestire le aspettative dei suoi tifosi di casa e l’extra off-court carico di lavoro che viene fornito con l’essere il miglior giocatore del pianeta.

“Sicuramente, è completamente diverso – ha tutta la pressione, tutta l’attesa, soprattutto qui in Australia,” ha detto Kerber.

“So che lei e la sua squadra, che ha giocato così bene e sono davvero sicuro di lei e continuare a giocare come ha giocato particolarmente fine dello scorso anno.”

Da quando ha terminato il 2016 mondo N. 1, dopo aver vinto l’Australian e US open, Kerber scivolato a 21 l’anno seguente, per poi risalire a N. 2 quando ha vinto Wimbledon nel 2018.

Ora classificato 20, ha un nuovo allenatore – Didi Kindlmann – ed è pronto per un nuovo inizio.

“Ero davvero impaziente per il 2019 essere finita e siamo 2020 ora così non vedo l’ora di partire di nuovo,” ha detto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *