CES 2020: check-in con la migliore tecnologia del 2019 un anno dopo


Ogni singolo CES, le aziende tecnologiche fanno di tutto per mostrare i prodotti più audaci, stravaganti e sperimentali per stupire il pubblico, stupire i giornalisti e piantare bandiere sulla sabbia di cui i concorrenti prenderanno atto. A volte, ciò significa una televisione ridicolmente grande e costosa o, in alcuni casi, un PC da gioco modulare. Potrebbe essere un veicolo elettrico di concetto o un sofisticato robot domestico.

Ma ciò che spesso non viene detto dopo la raffica di annunci e l'eccitazione sbiadita è il destino finale di questi prodotti. Dopotutto, CES è tra i luoghi più sicuri nel settore tecnologico per annunciare ciò che potrebbe diventare vaporware in futuro – senza essere ritenuto responsabile per la spedizione effettiva di un dispositivo reale ai consumatori. Ma fa anche parte del divertimento. Le aziende sanno che possono cavarsela con qualcosa di un po 'più là fuori o qualcosa di semplicemente strano quando è sotto lo stendardo del CES in cui i fattori wow e la spinta delle buste hanno la priorità sulle date di spedizione e sui punti di prezzo.

Ecco perché siamo qui a The Verge ritengo che sia necessario fare un bilancio dei grandi annunci sui prodotti CES e delle categorie del 2019 (così come alcuni sbandati degli anni precedenti) per vedere dove si trovano. Alcuni, ovviamente, saranno sempre prototipi. Altri sono sorprendenti in quanto non solo hanno spedito, ma stanno anche trovando un pubblico di consumatori dedicato. Ecco cosa è riuscito a scavare sui precedenti prodotti del CES. (Assicurati di dare un'occhiata alla carrellata dell'anno scorso per dare un'occhiata al CES 2018.)

Immagine: LG

Stato attuale: Ritardato indefinitamente

Annunciato in origine al CES 2018, la straordinaria TV OLED arrotolabile di LG è stata promessa per la spedizione nel 2019, almeno per i clienti sudcoreani. Non è mai successo. Invece, il lancio globale del prodotto è stato rinviato al 2020 mentre LG ha dichiarato che puntava a un lancio di fine 2019 in Corea. Quindi all'IFA, LG ha detto potrebbe non arrivare al di fuori della Corea fino al 2021.

Non sappiamo ancora quanto costerà la TV o quali opzioni di dimensioni arriverà. Non è ancora disponibile per la vendita nemmeno in Corea. Ma all'inizio di questa settimana, LG ci ha dato una sbirciatina a ciò che prevede di sfoggiare al CES la prossima settimana: un nuovissimo display arrotolabile che cade dal soffitto come un proiettore invece di sollevarsi da un supporto TV sul pavimento.


GIF di Chris Welch / The Verge

È un concetto interessante, e forse questo è leggermente più praticabile rispetto ai prototipi arrotolabili che LG ha mostrato in questi ultimi spettacoli. Forse la società avrà più da dire sull'intera gamma arrotolabile che verrà la prossima settimana, e speriamo di ottenere qualche tipo di finestra di rilascio o dettagli sui prezzi.

Foto: Samsung

Stato attuale: Disponibile ora

Samsung gioca con la tecnologia di visualizzazione MicroLED di prossima generazione ormai da anni, a partire da "The Wall", uno schermo 8K da 146 pollici modulare strabiliante introdotto al CES nel 2018 che era composto da una serie di unità senza cornice che potrebbe essere collegato l'uno all'altro come Lego. Sembra un vapore CES per antonomasia. Perché qualcuno dovrebbe comprare questo e non costerebbe una fortuna? Meglio mostrarlo come concetto e andare avanti.

Eppure, a quanto pare, Samsung ha effettivamente iniziato a commercializzare The Wall. Dopo aver introdotto una versione più piccola da 75 pollici del suo display MicroLED, questa volta in 4K e non in 8K, Samsung ha annunciato a luglio 2019 che avrebbe iniziato a spedire un'opzione ancora più grande che puoi effettivamente acquistare. Chiamato Wall Luxury, questo display MicroLED da 219 pollici 6K o 292 pollici 8K è disponibile come una serie di moduli installati come una singola unità.

Puoi anche ottenere un modello 2K da 73 pollici (composto da quattro moduli) o un modello 4K da 146 pollici (composto da 16 moduli). Ma alcuni rivenditori di terze parti hanno elencato i singoli moduli a $ 16.000 ciascuno, il che significa che stai pagando più di $ 500.000 per la versione da 292 pollici. Naturalmente, per acquisire effettivamente uno di questi, devi chiamare direttamente Samsung.

Foto di Vjeran Pavic / The Verge

Stato attuale: Disponibile ora

L'Area-51M di Alienware era un laptop da gioco unico nel suo genere. Ha una CPU e una GPU aggiornabili, eliminando i due maggiori compromessi per accontentarsi di un laptop da gioco su un tradizionale PC a torre. Ma quando è stato annunciato per la prima volta al CES lo scorso anno, aveva l'aria di uno di quei prototipi di fiere che creavano buoni titoli, eppure, sembrava che fosse troppo poco pratico per giustificare la sua trasformazione in un consumatore a tutti gli effetti. Prodotto.

Per fortuna, Alienware ha trattato l'Area-51m come un prodotto legittimo, e puoi acquistarne uno adesso se lo desideri e non romperà esattamente la banca, almeno per quanto riguarda i laptop di gioco. Alienware ha iniziato a vendere configurazioni dell'Area-51M alla fine di gennaio 2019 e da allora ha supportato il laptop con kit di aggiornamento GPU aggiuntivi, anche se costosi, se hai acquistato una versione con una GPU di fascia bassa. (La versione più economica del laptop inizia ancora a $ 2.000, e non è nemmeno per uno con una scheda Nvidia RTX.)

Promemoria: dura circa 30 minuti con una ricarica durante il gioco, quindi è molto più un PC portatile da gioco desktop che un laptop. Ma finora offre in tutti i modi Alienware inizialmente promesso l'anno scorso. Quello che stiamo aspettando ora è se Alienware possa mantenere questo modello rendendolo compatibile con le future GPU che saranno annunciate da Nvidia e AMD, non solo con quelle esistenti di Nvidia RTX.

US-LIFESTYLE-COMPUTER-HEALTH-AUTOMOBILE

Foto di Robyn Beck / AFP via Getty Images

Burger impossibile 2.0

Stato attuale: Disponibile ora

Impossible Foods ha fatto molto per venire al CES lo scorso anno per annunciare il suo nuovo tortino di hamburger vegano a base vegetale. Trattare una nuova variante di Impossible Burger come un prodotto tecnologico era una strategia di marketing esperta; si appoggia in modo intelligente alla narrativa sulla carne coltivata in laboratorio dandole un'estetica futuristica. Disarma anche coloro che potrebbero diffidare di un futuro in cui la vera carne rossa viene soppiantata trattando l'alternativa vegetale come un'innovazione tecnologica che dovremmo celebrare. E il la copertura stampa del CES lo ha trattato come tale.

Fortunatamente per Impossible, il suo nuovo tortino non ha fatto flop. La società ha iniziato a lanciare Impossible Burger 2.0 poco dopo il CES in numerosi ristoranti in tutto il paese. Da allora ha sostituito il suo tortino iniziale, che conteneva proteine ​​del grano, con il suo nuovo 2.0 senza glutine, che utilizza invece proteine ​​di patate, come il principale Burger impossibile che puoi ottenere nei ristoranti di tutto il paese e ora anche nei negozi di alimentari, pure.

Foto di Jordon Golson / The Verge

Auto elettrica

Stato attuale: Chevy Bolt ora disponibile; il Byton M-Byte è in attesa di essere spedito; Faraday Future FF91 non potrà mai essere spedito

Con l'ascesa di auto elettriche e tutti i tipi di gadget intelligenti che hanno invaso l'industria automobilistica negli ultimi dieci anni, CES è diventato un vero e proprio show automobilistico quanto uno standard di elettronica di consumo. Da nessuna parte è più evidente che nella serie di case automobilistiche che cercano di piantare la loro bandiera a Las Vegas ogni gennaio. Negli ultimi anni abbiamo assistito al debutto di numerose grandi auto elettriche e non tutte sono uscite in tempo dal cancello.

Chevrolet ha rilanciato i suoi sogni di auto elettriche con Chevy Bolt, una versione completamente elettrica reinventata del suo plug-in Volt fuori produzione. È stato mostrato per la prima volta al CES nel 2016 e un anno dopo, ha effettivamente colpito le strade in Europa e negli Stati Uniti, proprio nei tempi previsti. L'ultima versione 2020 arriva con un'autonomia di 259 miglia, rendendola più economica e duratura rispetto al modello Tesla Model 3 più economico, che Bolt ha ufficialmente battuto sul mercato delle auto elettriche a prezzi accessibili. (Detto questo, il Modello 3 ha ampiamente superato il Bolt e rimane un EV molto più popolare.)

Lo stesso non si può dire per le startup di auto elettriche Byton e Faraday Future. Entrambe le società hanno utilizzato il CES per mostrare prototipi, concetti e prodotti reali apparentemente presto disponibili. Ma entrambi hanno anche colpito seri ostacoli lungo la strada. La startup cinese di veicoli elettrici Byton ha lavorato per anni per portare il suo SUV M-Byte completamente elettrico fuori dalla porta, e per la prima volta ha mostrato il suo EV al CES 2018 con l'intenzione di vendere un modello di produzione alla fine del 2019. Al CES dello scorso anno, Byton non sembrava molto più vicino alla produzione della sua auto, ma sfoggiò un gigantesco schermo che si estendeva sul cruscotto.

Immagine: Byton

Da allora, Byton ha rivisto la sua data di spedizione per la M-Byte in Cina a metà del 2020, con gli Stati Uniti e l'Europa per ottenerla nel 2021. È ancora stata mantenuta a galla, grazie a un accordo con la casa automobilistica cinese FAW Group e dovremo vedere se la società può realisticamente rilasciare il SUV entro la fine dell'anno, figuriamoci al prezzo promesso di $ 45.000.

Faraday Future non è stato così fortunato. Molte delle continue lotte della compagnia provengono dalla terribile gestione della fondatrice Jia Yueting del gigante cinese dell'elettronica e dell'intrattenimento LeEco. Ma ciò non ha impedito a Faraday di avere una grande presenza al CES negli ultimi anni. Ha messo in mostra il suo primo veicolo di produzione pianificato, il SUV completamente elettrico FF91, al CES 2017, un anno dopo aver scelto di sfoggiare una concept car ridicola perché non aveva qualcosa di più concreto da sfoggiare. All'epoca, Faraday prometteva un lancio ufficiale della FF91 entro il 2018. Ma da allora tutto è stato a dir poco un disastro.

Gli ultimi anni dell'azienda hanno comportato numerosi ritardi nella produzione, licenziamenti, disordini della gestione e solo caos finanziario generale legato al rapporto della società con il suo investitore principale, una società immobiliare cinese chiamata Evergrande Group e i debiti in corso di Yueting sia in Cina che negli Stati Uniti . Non è chiaro se qualcuno dei concorrenti Tesla dall'aspetto piuttosto futuristico riuscirà mai a uscire da una linea di produzione.

Foto di Amelia Holowaty Krales / The Verge

Smartphone pieghevoli

Stato attuale: Huawei Mate X disponibile ora; Microsoft Duo previsto per il lancio delle vacanze 2020; Motorola Razr sarà lanciato alla fine di quest'anno; Oppo ancora in sviluppo; Royole FlexPai disponibile ora; Samsung Fold disponibile ora

I telefoni pieghevoli sono diventati una delle storie più entusiasmanti del CES dell'anno scorso, con almeno un produttore che mostrava un prototipo e alcuni promettenti di mostrare nuovi concetti nei prossimi mesi, mentre si diceva che una manciata di altri produttori di telefoni lavorasse su versioni di il loro.

Prima fuori dal cancello c'era il FlexPai di Royole, un telefono pieghevole goffo ma ancora funzionale che ha fatto il giro al CES ma che ex limite il giornalista Vlad Savov ha definito “terribilmente affascinante”. Samsung aveva preso in giro Galaxy Fold solo pochi mesi prima alla conferenza degli sviluppatori, rendendo FlexPai il primo pieghevole ufficiale sulla scena.

E a merito di Royole, ha spedito la cosa. A partire da marzo, la Royole iniziò a vendere una versione per sviluppatori di FlexPai negli Stati Uniti, mentre una versione aggiuntiva per i consumatori andò in vendita in Cina. Il prezzo era ripido a poco più di $ 1.300 per la configurazione più economica, ma Royole può affermare definitivamente che è stato il primo, anche se la società non ha davvero fatto un salto da allora.

In seguito al FlexPai, Huawei e Oppo hanno entrambi presentato telefoni pieghevoli simili durante MWC nel febbraio dello scorso anno, mentre Xiaomi ha preso in giro una versione in continua evoluzione della sua versione sul pieghevole da un po 'di tempo. Sfortunatamente per Huawei, il suo Mate X pieghevole che era originariamente previsto per il lancio a settembre è stato spinto a novembre, e anche allora, è un modello solo per la Cina. Ma in realtà è la spedizione. La società sta ancora valutando se desidera avviare il telefono a livello globale. Per quanto riguarda Oppo, il pieghevole dell'azienda non è più stato visto da MWC e Xiaomi è stato altrettanto silenzioso.

Samsung ha avuto un po 'di confusione con il suo Galaxy Fold. Dopo aver preso in giro il dispositivo nell'ottobre 2018 e aver svelato il prodotto a febbraio pochi giorni prima che Huawei rivelasse il Mate X, Samsung era pronta per essere il primo e dominante leader del telefono pieghevole, vale a dire fino a quando i revisori non hanno messo le mani sul prodotto.

Numerosi media tecnologici hanno segnalato gravi problemi con il dispositivo che coinvolgono sia uno strato protettivo dello schermo che potrebbe essere rimosso e mettere a rischio il display che detriti che entrano nella cerniera pieghevole e distorcono lo schermo. Samsung ha annullato il lancio e è tornato al tavolo da disegno per appianare i nodi del Fold e, mesi dopo, ha affermato di averlo riparato. È stato lanciato ufficialmente in Corea del Sud e nel Regno Unito, e successivamente negli Stati Uniti a partire da settembre con alcune importanti correzioni alla cerniera e una protezione per lo schermo più difficile da rimuovere. Ma costa ancora $ 1.980 e si colloca lassù con i lanci di prodotti più confusi di Samsung nella memoria recente, insieme a tutta l'esplosione del Galaxy Note 7 che esplode.

Per quanto riguarda gli altri pieghevoli, c'è il nuovo Razr pieghevole di Motorola, che non ha una finestra di rilascio specifica dopo che la società ha ritardato una data di preordine di dicembre e un lancio previsto per gennaio 2020. C'è anche il Microsoft Duo basato su Android, che il produttore di Windows ha sorpreso il settore a ottobre. Quella ha una finestra di rilascio prevista per le vacanze 2020. Nel frattempo, si dice che anche LG, Lenovo e Sony stiano lavorando su pieghevoli, e forse vedremo alcuni nuovi modelli al CES o al MWC di quest'anno. Sappiamo già che Samsung e Huawei stanno lavorando su nuove versioni dei rispettivi modelli.

Foto di Shannon Liao / The Verge

Stato attuale: Non ancora disponibile

Niente grida assurdità assurde di casa intelligente CES come una toilette da $ 7.200. Eppure questo è esattamente ciò che Kohler ha mostrato a Las Vegas lo scorso anno, e comprensibilmente ha generato alcuni sentimenti confusi – ma anche piuttosto incuriositi – dalla stampa. "La toilette intelligente di Kohler promette" un'esperienza totalmente immersiva ", è stato il nostro titolo ispirato, che lascia abbastanza spazio all'immaginazione per chiedersi cosa si potrebbe esattamente ottenere da una toilette intelligente di lusso.

Per coloro che sono davvero interessati alla toilette con motore Alexa, Kohler, sfortunatamente, non ha avuto molto da dire sul prodotto negli ultimi 12 mesi. Quello presentato al CES dell'anno scorso è stato ufficialmente il Numi 2.0, in quanto è un aggiornamento al gabinetto Numi Comfort Height esistente da $ 9.000 uscito nel 2013. Eppure il modello 2.0 ora ha una finestra del Q2 2020 elencata sul sito Web di Kohler e nessuna informazione concreta sui prezzi oltre i $ 7.200 che la società ha citato al momento dell'annuncio.

Ma siamo reali: se vuoi questo bagno intelligente ridicolmente costoso, dovrai aspettare quanto tempo è necessario per acquistarlo. Voglio dire, leggi questa descrizione del prodotto: “Al buio, mentre sali su Numi 2.0, la luce notturna integrata ti aiuta a guidarti, il coperchio si aprirà e ti regalerà un posto caldo; quando te ne vai, arrossisce e si chiude. ”Perfezione di gadget, se me lo chiedi.

Stato attuale: Ancora (e probabilmente per sempre) un prototipo

Razer ha una propensione a presentarsi al CES con prodotti che riconosce chiaramente avere un potenziale di consumo da poco a quasi zero. Ecco perché in genere mette "Project" davanti al nome di questi dispositivi, come nel 2014 con Project Christine, nel 2017 con Project Valerie e nel 2018 con Project Linda.

L'anno scorso, abbiamo effettuato il check-in su Project Linda, che era il tentativo di Razer di creare un ibrido telefono-laptop che prevedeva l'inserimento del telefono in un connettore per laptop che trasformava il telefono in entrambi i cervelli del laptop e del suo trackpad. Il verdetto: Linda non uscirà mai, come avrete intuito dopo averne sentito parlare per la prima volta. Lo stesso vale per Christine e Project Ariana, un prototipo di proiettore che ha esteso la tavolozza dei colori di tutto ciò che era in mostra su tutto il muro come una sorta di vetrina per la sua tecnologia di illuminazione Chroma.

Quest'anno, abbiamo pensato che sarebbe stata una buona idea dare uno sguardo a Valerie, un display per laptop da gioco con tre monitor che, sebbene non tanto ambizioso, è sicuramente più pratico (o pratico come può ottenere un laptop con tre monitor) . Razer ha progettato Valerie come una sorta di laptop da gioco pieghevole, in modo da poter trasformare uno schermo da 17,3 pollici in un monitor ultrawide che è tre volte più largo. Sembra un po 'ridicolo, come la maggior parte delle periferiche di gioco, ma non in modo schiacciante. Potresti confonderlo con un set di monitor esterni se non guardassi abbastanza vicino per vedere la tastiera collegata.

Razer Project Valerie

Foto di Vlad Savov / The Verge

Sfortunatamente, nonostante sia un po 'più ragionevole in quanto potrei davvero vederlo commercializzato, il Progetto Valerie è scomparso come tutti gli altri progetti sperimentali di Razer. C'è ancora un bella landing page Razer per questo quie alcuni intrepidi YouTuber fai-da-te da allora hanno sviluppato le proprie versioni hackerate. Ma una configurazione ufficiale del monitor Valerie non sta avvenendo mai, sebbene il CEO di Razer Ming-Lian Tan ha suggerito una volta che la società "stava ancora lavorando sulla cerniera".

Tuttavia, un individuo ispirato ha deciso che avevano solo bisogno di avere Valerie, quindi non ne hanno rubato uno, ma due prototipi del CES mostrano la pista nel 2017. Si spera che, se non catturato e accusato dei crimini appropriati, questo audace ladro almeno oggi si sta godendo la configurazione a tre monitor. Perché nessun altro potrà mai.

Immagine: Asus

Stato attuale: Disponibile ora

La nave madre di Asus ROG è stata l'ennesima entrata nel fiorente mercato non-a-laptop dello scorso anno – altrimenti noto come desktop da gioco portatile, se vuoi scusare quell'ossimoro. È un PC da gioco portatile da 17 pollici da 10 libbre che tecnicamente potrebbe funzionare a batteria. Ma non è stato progettato per essere utilizzato in quel modo. Invece, Asus lo ha sviluppato come monitor autonomo con una tastiera rimovibile di dimensioni standard che funge da coperchio del monitor quando è chiuso, con l'idea di poter collegare il proprio mouse da gioco se si desidera una corretta configurazione MKB e gioco sul vai, a condizione che ti sia collegato prontamente quando la sua batteria ha iniziato a scaricarsi.

Sembra vaporware incarnato, giusto? Apparentemente no. Asus inizia a vendere il dispositivo qualche mese fa per $ 6.499, in una sola configurazione. Detto questo, ti procurano un Intel Core i9, RTX 2080, 64 GB di RAM e SSD da 1,5 TB, il tutto racchiuso nello schermo G-Sync a 144 Hz. Non c'è più alto livello di quello, e questa è una buona cosa considerando che nulla della Nave madre è aggiornabile da remoto. Inoltre, se stai acquistando un computer da $ 6.499 di questa varietà, tenerlo aggiornato non è probabilmente un grosso problema.

Immagine: Asus

Stato attuale: Mai spedito

Il kit gratuito Beus di Asus è stato uno dei gadget di gioco più interessanti del CES 2018. Ha utilizzato obiettivi verticali per rifrangere la luce da un display in modo che l'immagine potesse estendersi in modo affidabile da un monitor all'altro, o anche due su entrambi i lati allo stesso tempo. In effetti, ti consente di creare un'immagine senza soluzione di continuità su tre monitor, con solo una piccola quantità di disturbo visivo evidente. Sfortunatamente, questo è uno dei pochi elementi in questo elenco che è completamente caduto dalla mappa. Asus non ha detto nulla sul prodotto da quando lo ha annunciato, nonostante abbia detto che avrebbe iniziato la spedizione nel 2018, e il il sito web del prodotto non sembra essere stato aggiornato da quasi due anni.

Immagine: Google

Stato attuale: Ancora un prototipo

Negli ultimi anni Google ha fatto un grande sforzo per aumentare il suo profilo al CES, soprattutto perché la sua guerra di assistente digitale con Amazon ha quasi preso il controllo del mercato delle case intelligenti. Alla fiera dello scorso anno, Google ha deciso che il suo Assistente poteva alimentare qualsiasi tipo di dispositivo fondamentalmente spostando le spalle su un dispositivo più potente nelle vicinanze, come un Google Smart Display o un altoparlante Home. In questo modo, potresti mettere piccoli schermi su qualsiasi numero di gadget e persino alimentare quegli schermi usando E Ink a basso costo, senza che quel dispositivo abbia bisogno di un processore in grado di eseguire il software Assistant completo.

La visione concettuale di Google per questo era un piccolo display circolare E Ink che potevi apporre sul tuo specchio del bagno. Per il suo vero prototipo fisico, la società ha stampato in 3D un piccolo display intelligente E Ink che potrebbe rispecchiare importanti aggiornamenti quotidiani su, diciamo, il tempo o il tuo tragitto giornaliero. Era un concetto interessante, ma Google non ne ha più parlato da allora e l'intera idea, che Google ha chiamato Assistant Connect, non è andata praticamente da nessuna parte negli ultimi 12 mesi. Avremo sicuramente maggiori informazioni su Google Assistant la prossima settimana al CES, ma sarà interessante vedere se la società rilancia questa idea o se diventa la prossima pietra tombale nel Google Graveyard.

(Embed) https://www.youtube.com/watch?v=r-NRB0X5a9Q?rel=0 (/ embed)

Stato attuale: Disponibile ora

Gillette gigante da barba in arrivo al CES 2019 con un prodotto notevole era di per sé uno spettacolo raro. Ancora più rara è stata l'azienda che ha messo il dispositivo, un rasoio riscaldato, sul sito di crowdfunding Indiegogo. È stata una campagna di successo, ospitata dal team di sviluppo prodotto interno dell'azienda noto come GilletteLabs. E l'idea è semplice supportata da anni di ricerca. Il rasoio a batteria ha un riscaldatore incorporato che porta quasi istantaneamente le lame a 120 o 110 gradi Fahrenheit. In questo modo, ottieni l'equivalente di una rasatura calda dell'asciugamano cotta direttamente nelle lamette.

Sfortunatamente, il rasoio da $ 200 non è stato all'altezza dell'hype, secondo il team di Tronchese. Lo scrittore Dan Koeppel ha detto che il rasoio acceso sembra inizialmente allettante, ma non è stato abbastanza efficace da giustificare il prezzo. Dopo aver consultato un vero barbiere, Koeppel ha concluso che stai meglio usando solo asciugamani caldi e premendoli contro il tuo viso piuttosto che pagare 20 volte il costo di un rasoio Gillette standard per uno che si scalda da solo.

Immagine: Bell

Stato attuale: ancora in fase di sviluppo

Bell ha fatto una grande scommessa sul futuro del trasporto personale e coinvolge auto volanti ibride elettriche. Precedentemente conosciuta come Bell Helicopter ma rinominata azienda tecnologica all'avanguardia, la società aeronautica texana nota per la produzione dell'elicottero V-22 Osprey per i militari è arrivata al CES dal 2017 e ha parlato del suo lavoro sul cosiddetto VTOL elettrico, o veicoli verticali di decollo e atterraggio. Bell, tra dozzine di altre start-up dell'aviazione e pesi massimi del settore come Boeing e Airbus, vede una grande opportunità e molti soldi da fare nello sviluppo di aerei elettrici leggeri che si trovano a cavallo tra auto, elicotteri e aerei.

Non abbiamo ancora visto una vera macchina volante di Bell in azione, ma ciò non le ha impedito di usare la sua buona fede aerospaziale per inchiostrare un accordo con Uber per riempire l'eventuale flotta di taxi aerei della compagnia che viaggiava in viaggio programmata per andare in diretta nel 2023. Tuttavia, Bell promette che il suo modello, chiamato Nexus e classificato come aereo di propulsione ad aria ibrido-elettrico, sarà tra i più sofisticati dei taxi aerei quando arriverà a metà del decennio. Finora, Bell ha messo in mostra alcuni rendering impressionanti della sua cabina e del design esterno. Speriamo che il Nexus evolva presto da un render ad un aereo reale.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *