Sonos spiega perché utilizza i vecchi dispositivi con "Modalità di riciclo"


Alla fine della scorsa settimana, Sonos è stato chiamato su Twitter da Devin Wilson per le sue pratiche sulla sostenibilità. La società ha attirato particolare attenzione per una funzione software "Recycle Mode" che, una volta attivata, avvia un conto alla rovescia che alla fine rende i dispositivi Sonos meno recenti praticamente inutilizzabili. La modalità Riciclo fa parte del programma di scambio che Sonos ha annunciato a ottobre, che consente ai clienti di ottenere uno sconto sui nuovi altoparlanti Sonos come One, Beam o Port che Nilay ha appena recensito.

Funziona così: tu controlla se uno dei tuoi gadget Sonos è idoneo per la promozione di scambio. Quindi confermi nell'app Sonos che desideri "scambiare" il tuo dispositivo attuale con uno nuovo. Sonos ti concede istantaneamente uno sconto del 30 percento, quindi avvia automaticamente un conto alla rovescia di 21 giorni prima che il tuo vecchio dispositivo entri in modalità Riciclo (enfasi il mio):

La modalità di riciclo è uno stato in cui il dispositivo entra 21 giorni dopo la conferma del riciclo nell'app Sonos. In modalità Riciclo, tutti i dati vengono cancellati e il dispositivo viene permanentemente disattivato in modo da poterlo smaltire in modo sicuro. Una volta che un dispositivo è in modalità Riciclo, non può essere riattivato.

Eh?

Perché il trading richiede ai clienti di fabbricare permanentemente un prodotto funzionale? Qui sta la controversia. Lo sconto del 30 percento è direttamente legato alla scomparsa di un componente hardware. Per Sonos, questo processo sembra meno di "fare trading" e più di abbandonare il tuo vecchio dispositivo e liberare spazio per uno nuovo.

"Riteniamo che sia la decisione giusta per rendere il riciclaggio una condizione di questa offerta", afferma Sonos nella pagina FAQ del programma di permuta. "Portare il dispositivo in una struttura di riciclaggio elettronico locale certificata è il mezzo di smaltimento più ecologico." È inoltre possibile ottenere un'etichetta e rispedire il dispositivo in muratura a Sonos se non ci sono buone opzioni di riciclaggio nelle vicinanze.

Ma per qualche motivo, vendere o dare i tuoi vecchi dispositivi Sonos a qualcun altro non è un'opzione nell'ambito del programma. Questo è uno strano patto che in realtà non esiste con nessun altro grande produttore di elettronica. Sì, gli iPhone possono essere protetti con il blocco dell'attivazione (e Android ha il suo equivalente), ma se si conosce la password c'è sempre un ritorno da quello stato.

Ho contattato Sonos per un commento e una spiegazione del perché la modalità di riciclo è l'equivalente di colpire un kill switch. Ha perfettamente senso cancellare i dati dell'utente da un dispositivo, ma un ripristino delle impostazioni di fabbrica consentirebbe lo stesso risultato finale e preserverebbe la possibilità di riutilizzo.

Dal punto di vista di Sonos, la società è preoccupata per i dispositivi molto vecchi che si fanno strada verso nuovi proprietari che potrebbero non rendersi conto che i prodotti non sono adatti per alcuni aspetti della moderna esperienza Sonos. Ecco cosa mi ha detto Sonos:

La realtà è che questi vecchi prodotti non hanno la potenza di elaborazione e la memoria per supportare le moderne esperienze Sonos. Nel tempo, la tecnologia progredirà nei modi in cui questi prodotti non sono in grado di adattarsi. Per alcuni proprietari, queste nuove funzionalità non sono importanti. Di conseguenza, possono scegliere di non partecipare al programma di permuta.

Ma per altri proprietari è importante disporre di moderni dispositivi Sonos in grado di offrire queste nuove esperienze. Quindi il programma di permuta è un percorso conveniente per questi proprietari di aggiornare. Per coloro che scelgono di passare a nuovi prodotti, riteniamo che l'azione più responsabile non sia stata quella di reintrodurli a nuovi clienti che potrebbero non avere il contesto di essi come prodotti di età superiore ai 10 anni e che potrebbero anche non essere in grado di offrire l'esperienza Sonos che si aspettavano.

L'ultima frase è il bit chiave. Sonos supporta i prodotti per tanto tempo; gli aggiornamenti del software continuano per "un minimo di cinque anni dopo che un prodotto non viene più venduto". Per contesto, tutti i prodotti che fanno parte del programma di permuta sono stati introdotti oltre 10 anni fa. Loro includono:

  • Sonos Play originale: 5
  • Sonos Connect
  • Sonos Connect: Amp
  • ZonePlayer 80 (ZP80), ZonePlayer 90 (ZP90), ZonePlayer 100 (ZP100), ZonePlayer 120 (ZP120)

Quindi la società vuole portare questi prodotti fuori dal campo e continuare a inaugurare una nuova era di supporto dell'assistente vocale e altri miglioramenti come AirPlay 2. Sonos pensa che alcuni proprietari che conoscono i limiti di questi prodotti decennali e non si preoccupino di le ultime funzionalità si terranno su di loro fino a quando rimangono funzionali. Tutto ciò ha un senso totale.

Ma per coloro che vogliono approfittare del programma di permuta, c'è ancora qualcosa di strano avendo rendere inutilizzabili questi prodotti in cambio di uno sconto sull'attuale linea Sonos.

Sul suo sito Web, Sonos fa sembrare che non ci sia modo di tornare indietro una volta avviata la modalità di riciclo, avvertendo che "una volta avviato, questo processo non può essere annullato o annullato". I clienti hanno anche la possibilità di attivarlo prima il timer di 21 giorni scade per disattivare immediatamente e per sempre un dispositivo.

Tuttavia, Sonos mi dice che il suo team di assistenza clienti può aiutare coloro che inavvertitamente attivano la modalità di riciclo "su base individuale". Esiste ovviamente un componente sul lato server, poiché ai dispositivi viene impedito di essere aggiunti ai sistemi Sonos dopo aver incontrato il destino della modalità di riciclo e sembra che quella parte possa essere annullata in alcuni casi.

Ma la modalità Riciclo nella sua attuale implementazione è qualcosa che Sonos dovrebbe rivisitare e ripensare con un cenno del capo da riutilizzare. Arriva un momento in cui ogni produttore di gadget getta la spugna e non può più supportare un dispositivo. Sonos fa un lavoro migliore rispetto alla maggior parte degli ultimi acquisti. La società afferma che "il 92 percento dei prodotti che abbiamo mai venduto – anche quelli lanciati più di 10 anni fa – sono ancora in uso oggi." Con questo track record, sono sicuro che alcuni clienti preferirebbero trovare un ruolo di nicchia per un Play precedente: 5 o Connect invece di farli smettere di funzionare senza una buona ragione.

"Prendiamo sul serio la nostra responsabilità verso l'ambiente e ci impegniamo a migliorare continuamente le nostre pratiche di sostenibilità", ha detto un portavoce di Sonos The Verge per e-mail.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *