Recensione Sonos Port: flessibilità a un prezzo


Ero a metà della revisione del porto di Sonos quando la compagnia mi ha chiamato per dire che il prezzo sarebbe salito da $ 50 a $ 449.

La scatola diminutiva, che ti consente di integrare l'audio di tutta la casa di Sonos praticamente in qualsiasi tipo di installazione, mi sembrava già un po 'costosa per me. Ora sembra che ci sia una netta interruzione tra i dispositivi Sonos destinati ai consumatori e i dispositivi destinati agli integratori AV di fascia alta da vendere come parte di sistemi audio estremamente personalizzati ed estremamente costosi.

Facciamo un passo indietro: Sonos Port fa parte di un riavvio gradito della linea di prodotti Sonos che si sta verificando da quando è subentrato il nuovo CEO Patrick Spence. Uno dei suoi obiettivi dichiarati era quello di muoversi un po 'più velocemente, e lo ha raggiunto: prima introducendo rapidamente nuovi prodotti di consumo come Sonos One e Beam, collaborando con Ikea sulla linea di altoparlanti Symfonisk e poi assicurandosi che i professionisti che installano i sistemi Sonos personalizzati avevano nuovi e moderni prodotti da utilizzare.

Il primo di questi prodotti, Sonos Amp, è stato un riavvio totale del vecchio Sonos Connect: Amp. Anche se è costoso (ancora di più ora), mi è davvero piaciuto e ho pensato che potesse valere la pena in una varietà di situazioni poiché è un amplificatore high-end autonomo con funzionalità Sonos. Ma a $ 449, sono meno sicuro della porta, che è un aggiornamento di Sonos Connect, e non può davvero fare nulla fino a quando non lo colleghi a qualcos'altro. Il Port ha funzionato perfettamente nei miei test e offre un'enorme quantità di opzioni di configurazione che consentono a Sonos di funzionare con quasi ogni tipo di sistema audio che potresti avere. Ma ha un prezzo da abbinare e penso che sia del tutto troppo costoso per le due cose che la maggior parte delle persone vorrebbe che facesse: collegare un giradischi a un sistema Sonos esistente o integrare un sistema audio esistente in una configurazione Sonos.

La parte posteriore del porto di Sonos

La porta ha connessioni per i più comuni tipi di dispositivi audio
Foto di Dan Seifert / The Verge

La porta è una scatola nera senza pretese che può inviare audio a partire dal il tuo sistema Sonos su un amplificatore o prendere l'audio nel da un componente come un giradischi o AirPlay e inviarlo al sistema Sonos. È un'idea semplice eseguita molto bene: tutto funziona e suona solido e la scatola stessa è altamente configurabile per una varietà di situazioni stravaganti. C'è un'uscita trigger a 12 V in modo che possa alimentare un amplificatore esterno quando rileva l'audio in ingresso e può accettare comandi sulla rete da controller domestici intelligenti personalizzati. Se si dispone di un ricevitore surround Pioneer o Onkyo, può persino accenderli sulla rete in modo che si integrino nel sistema Sonos. (Purtroppo, l'app Sonos non può controllare il volume di un ricevitore sulla rete in quella configurazione, che sembra una mancanza.)

La configurazione è facile come qualsiasi altro dispositivo Sonos moderno: lo colleghi, apri l'app e quando fai clic tocca il pulsante di connessione sul retro, quindi sei spento e funzionante. Se stai sostituendo un vecchio Connect, l'unica parte difficile sarà rieseguire il cavo di alimentazione, poiché la porta utilizza un connettore diverso.

Tutto questo funziona esattamente come previsto, ed elegante e potente come ti aspetteresti da Sonos. L'ho provato sia con l'uscita audio analogica che con l'uscita digitale composita sul mio ricevitore Denon, e suonava eccellente con entrambi, sebbene l'uscita digitale fosse un po 'più silenziosa di quanto mi aspettassi. L'ho anche usato come obiettivo AirPlay per trasmettere l'audio al resto del mio sistema Sonos, e anche quello ha funzionato bene. L'unica delusione che ho avuto è stata con Google Assistant; Google e Sonos non hanno ancora aggiunto la possibilità di impostare un altoparlante Sonos come uscita predefinita per la musica in una stanza, quindi dicendo "Ehi Google, riproduci un po 'di musica" ha comportato la riproduzione audio dal mio Nest Hub, non da Sonos. Alexa ha questa abilità; è un peccato che non sia lì per gli utenti di Google. Ho chiesto a Sonos quando questo potrebbe essere aggiunto e non esiste ancora una sequenza temporale, ma la società è certamente consapevole del divario.

Questo è un piccolo problema, tuttavia: il problema maggiore è il prezzo, che sembra più riflettente su tutto il porto può e meno in relazione con le cose principali delle persone bisogno fare.

Ad esempio, se tutto ciò che vuoi fare è trasmettere in streaming un giradischi a un paio di altoparlanti Sonos One intorno a casa tua, il porto è un incredibile eccesso di $ 449: stai pagando per un milione di funzioni che non utilizzerai mai. Se hai una configurazione audio surround che desideri includere come parte del tuo sistema Sonos, la porta sembra ancora un eccesso – in pratica la stai usando come metà superiore di Sonos One SL, che vende per $ 179.

Sono sicuro che ci sono persone là fuori che otterranno ogni centesimo di potenza e flessibilità dal prezzo di $ 449 del porto, ma dubito anche che stiano leggendo questa recensione, perché sono impegnati a creare le loro cabine CEDIA o aiutare i miliardari a fare assicurarsi che la sauna sia riscaldata quando la Bentley si inserisce o altro.

Ho chiesto a Sonos perché il porto fosse così costoso, e la società non ha evitato di farlo – il product manager Benji Rappoport mi ha detto che era valutato in base al valore totale del prodotto e alla sua capacità di connettersi all'ecosistema Sonos, e che Sonos supponeva che la maggior parte dei consumatori avrebbe semplicemente acquistato le sue offerte più economiche. Ed è vero che se stai cercando di fare qualcosa di semplice come aggiornare il tuo vecchio sistema 5.1 con Sonos, stai meglio acquistando un prodotto di consumo Sonos più moderno come il Beam per meno soldi. Sembra anche chiaro che Sonos sappia che gli integratori AV professionali che hanno maggiori probabilità di acquistare il porto semplicemente trasferiranno il costo ai propri clienti, che stanno già spendendo migliaia di soluzioni personalizzate.

E davvero, tutto sembra a posto – vai avanti e immergi le persone che possono permettersi sistemi audio domestici completamente personalizzati e installati professionalmente. Ma afferma che il costoso Porto è l'unica soluzione per molti casi d'uso che il resto di noi potrebbe avere, poiché uno dei migliori motivi per utilizzare un sistema Sonos è che è di gran lunga la linea di prodotti più flessibile e completa per multiroom audio sul mercato.

L'ultima volta che è stato inserito il CEO di Sonos, Patrick Spence Il Vergecast, mi disse che un modo in cui Sonos aveva accelerato i suoi cicli di prodotto era la modularizzazione delle cose: la maggior parte dei prodotti Sonos ora utilizza lo stesso processore, i componenti di rete e così via. Se questo approccio può produrre un oratore Ikea da $ 100 – completo con altoparlante reale – Non so perché non possa aiutare a creare una semplice scatola che aiuti le persone a trasmettere in streaming un giradischi o ad ottenere di più da uno stereo esistente.

Sono sicuro che le persone che vendono rack da $ 10.000 e processori surround personalizzati non si sgranoccheranno un po 'al porto di Sonos: li aiuteranno a fare il loro lavoro e si esibiranno in modo ammirevole. Ma ci sono un milione di piccoli casi limite in cui un prodotto come il Port ha senso per i consumatori, ed è un peccato che Sonos non abbia una versione più economica e semplice del Port che aiuta le persone normali a ottenere il massimo dai loro sistemi, soprattutto quando Amazon sembra intenzionato a assicurarsi di avere un milione di dispositivi Echo economici in grado di riprodurre l'audio anche in quasi tutte le stanze. Questo è in definitiva il valore di Sonos rispetto a tutti gli altri sistemi di altoparlanti intelligenti in circolazione: la linea di prodotti è abbastanza grande e sufficientemente capace per quasi ogni situazione. È solo che per alcune di quelle situazioni, l'unica scelta è quella di pagare tanti soldi come un professionista.

Vox Media ha partnership affiliate. Questi non influenzano il contenuto editoriale, sebbene Vox Media possa guadagnare commissioni per i prodotti acquistati tramite link di affiliazione. Per ulteriori informazioni, vedere la nostra politica etica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.