Arteta: Migliorare l’Arsenal sarà un processo



Città Del Capo – Arsenal manager Mikel Arteta crede che non ci sono stati segnali incoraggianti nella sua prima partita in carica, ma ammette che ci vorrà del tempo per i giocatori di regolare.

Gunners boss Arteta guardato la sua nuova squadra di salvataggio di un meritato pareggio 1-1 a Bournemouth, grazie ad un secondo tempo il pareggio del capitano Pierre-Emerick Aubameyang.

Lo Spagnolo, che la scorsa settimana ha lasciato il suo ruolo come il Manchester City assistente allenatore per diventare di Unai Emery successore permanente, ha il compito di trasformare club del nord di Londra le sorti a seguito di un misero stato di forma.

L’Arsenal ha vinto solo una delle ultime 14 infissi in tutte le competizioni, tuttavia Arteta è ottimista circa il futuro dopo essere stato piacevolmente sorpreso dall’applicazione della sua squadra alla Vitalità Stadio.

“Sono molto soddisfatto alcune delle cose che ho visto in termini di atteggiamento, il carattere, la passione ci ha mostrato, e la lotta e lo spirito che la squadra ha dimostrato”, ha detto Arteta.

“Era sul posto, probabilmente meglio di quanto mi aspettassi oltre 90 minuti.

“Un sacco di cose che sono successe nel gioco abbiamo preparato, credo abbiano capito loro e hanno cercato di prendere a bordo e ci è piaciuto il finale del prodotto finale.

“Dobbiamo analizzare complessivamente le prestazioni e penso che ci sono aspetti positivi da prendere e, ovviamente, un sacco di spazio per migliorare, in altre aree.

“Sarà un processo.”

L’Arsenal, che ha trascorso il Natale nella metà inferiore del tavolo per la prima volta dal 1983, goduto di una maggiore possesso palla e la costa sud, ma trainate Dan Gosling i 35 minuti di sciopero dopo Bukayo Saka concesso il possesso.

Aubameyang pareggiato al 63 ° minuto con il suo 12 ° gol in Premier League della stagione e i suoi, il primo tentativo di destinazione.

L’ex capitano dei Gunners Arteta è questione di come la sua squadra avrebbe risposto a cadere dietro, temendo una battuta d’arresto, potrebbe minare la fiducia ed evocano ricordi di lotte precedenti.

“Ero preoccupato di cosa sarebbe successo se abbiamo subito un gol, e lo abbiamo fatto, e sono stato molto contento con il carattere che hanno mostrato, come sono arrivati in a metà tempo, i loro volti, le loro reazioni, quanto volevano”, ha detto il 37-year-old.

“Perché di solito quando sono in questo processo e si concedono obiettivo, la fede va giù e un sacco di cose che sono successe in passato può tornare indietro.

“E non è successo, è successo tutto l’opposto lato, e di un vero e proprio positiva per prendere a bordo.”

– TeamTalk Media

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *