Il Pentagono avverte che i test del DNA a casa pongono "rischi personali e operativi" per i membri militari


Il Pentagono ha consigliato ai membri militari di evitare l'uso di kit di DNA da portare a casa a causa delle preoccupazioni su "conseguenze non intenzionali di sicurezza e aumento del rischio per la forza e la missione congiunte", secondo Yahoo News, che per la prima volta riportato nella nota interna. Il promemoria non specifica esattamente quali sono i rischi esatti, ma sembra che si tratti di una preoccupazione generalizzata per le informazioni sulla salute che incidono sulla capacità di un membro militare di servire.

Inviato il 20 dicembre, il promemoria non specifica alcuna società, ma 23andMe e Ancestry.com offrono entrambi i popolari kit di test del DNA destinati a fornire informazioni sui potenziali rischi per la salute e informazioni sulla famiglia.

Il New York Times ha confermato la veridicità del promemoria con un portavoce del Pentagono che ha ribadito le preoccupazioni del promemoria, anche se non era molto più specifico su quali sarebbero state le preoccupazioni, dicendo "La scoperta involontaria di marcatori che possono influire sulla prontezza potrebbe influenzare la carriera di un membro del servizio."

Più specificamente, il NYT osserva che l'esercito americano non è tenuto a ignorare le informazioni genetiche allo stesso modo dei datori di lavoro civili grazie alla legge sulla non discriminazione delle informazioni genetiche. Ciò potrebbe significare che se un test genetico ha scoperto un fattore di rischio per una determinata malattia, potrebbe influire sulla carriera futura dei membri militari.

La maggior parte delle aziende di test del DNA rivolte al consumatore si sono impegnate a non condividere mai i dati del DNA con terzi senza il consenso esplicito del cliente. Si sono impegnati nel 2018 dopo che un database di DNA pubblico è stato utilizzato per identificare il Golden State Killer, promettendo ulteriormente di provare a informare gli utenti se le forze dell'ordine richiedessero le loro informazioni (anche se teoricamente gli ordini di bavaglio potrebbero impedirlo).

Il promemoria esprime anche qualche preoccupazione per l'anonimato e la sicurezza dei dati sul DNA, affermando che tali test "potrebbero esporre informazioni personali e genetiche". Mentre aziende come 23andMe sostengono che mantengono tali dati sicuri, è possibile che il Pentagono preferisca non correre il rischio. Se non altro, non è che il Pentagono sarebbe in grado di controllare le misure di sicurezza di ogni azienda che offre servizi di test del DNA. Fox Business rapporti che 23andMe afferma che un "fornitore di campioni può chiedere la distruzione del proprio campione. E l'azienda ha diversi livelli di sicurezza che limitano le informazioni sui clienti all'interno dell'azienda. "

Il NYT nota che il Pentagono non sta suggerendo al personale militare di evitare del tutto i test del DNA. Si limita a sconsigliare i test a casa e un portavoce del Pentagono ha detto che dovrebbero sottoporsi ai test del DNA "da un professionista autorizzato".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *