Snopes sta raccogliendo fondi prima della valanga di disinformazione del 2020


Operazione di verifica dei fatti Snopes ha lanciato a campagna di crowdfunding prima del 2020, probabilmente sarà un anno eccezionale per la disinformazione online a causa delle elezioni presidenziali statunitensi.

Snopes lanciato nel 1994 e ha finanziato il suo lavoro attraverso la pubblicità e la collaborazione occasionale. Ma la società afferma che le richieste sui suoi servizi sono più elevate che mai e i tentativi di lavorare con i giganti dei social media sono falliti. All'inizio di quest'anno l'azienda si è allontanata da una partnership finanziata con Facebook in seguito rapporti che il gigante della Silicon Valley stava imponendo condizioni di lavoro ingiuste e opache ai suoi partner.

In un'intervista con TechCrunch, Il vicepresidente delle operazioni di Snopes, Vinny Green, ha affermato che gli sforzi di verifica dei fatti della grande tecnologia sono poco più che "teatro della credibilità" e il sito ha deciso che se vuole fare la differenza nella disinformazione online, deve farlo sotto i suoi termini.

"Il fatto che Facebook abbia più persone nel proprio staff di pubbliche relazioni di quanti siano i correttori di fatti formali nel mondo dimostra la sproporzionalità della situazione", ha detto Green TechCrunch. "Apple News e Google News non hanno la missione o il mandato per garantire un discorso salutare online. Qualcuno deve intensificare chi ha interesse a garantire che il contenuto che fluisce attraverso le pipe sia credibile e affidabile, quindi stiamo aumentando. Ma il nostro unico accesso al capitale e alla portata è ciò che coltiviamo noi stessi. "

I sostenitori possono finanziare il sito attraverso una serie di livelli pagati. Una "iscrizione fondatrice" di un anno da $ 30 include vantaggi come la navigazione senza pubblicità e una newsletter riservata ai soli membri, con livelli superiori (fino a $ 250) che offrono swag tra cui tote bag, magliette e power bank.

Snopes vuole usare i soldi per lanciare nuovi strumenti di verifica dei fatti come un'estensione del browser dedicata.

Oltre a finanziare il personale a tempo pieno di Snopes, la società desidera utilizzare i nuovi fondi per creare strumenti e iniziative di verifica dei fatti. Vuole condurre indagini più originali come una redazione tradizionale, creare un'estensione del browser che consenta agli utenti di controllare rapidamente le storie e lanciare il proprio aggregatore di notizie (che dovrebbe apparire nella primavera del prossimo anno).

"Il 2020 sarà sbalorditivo in termini di debunking di queste informazioni, ma il modello di business non migliorerà", ha detto Green TechCrunch. "Ci sarà un aumento del traffico e sarà maggiore nelle metriche tradizionali, ma penso che ci sarà anche un appetito per un locale online in cui è possibile consumare informazioni senza vetriolo o spin".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *