Facebook e Twitter otturano la rete pro-Trump raggiungendo 55 milioni di account


Venerdì, Facebook e Twitter chiudere una rete di account falsi che ha spinto tutti i messaggi pro-Trump mentre “si mascherava” come americani con volti generati dall'IA come foto del profilo.

In un post sul blog, Facebook ha affermato di aver collegato gli account a una società di media con sede negli Stati Uniti chiamata The BL che, sostiene, ha legami con Epoch Media Group. In agosto, NBC News ha riferito per la prima volta che Epoch Media Group stava spingendo messaggi a sostegno del presidente Donald Trump su piattaforme di social media come Facebook e Twitter. Epoch ha estese connessioni con il Falun Gong, un'eccentrica comunità spirituale cinese che ha affrontato significative persecuzioni da parte del governo centrale del paese.

Mentre l'Epoch Times ha negato qualsiasi connessione a The BL in una dichiarazione a The Verge, Facebook chiede di dissentire: “Con tutto il rispetto per l'editore di Epoch Times, potrebbe non sapere che i dirigenti di The BL erano amministratori attivi nelle pagine di Epoch Media Group fino a questa mattina quando i loro account sono stati disattivati ​​e il BL è stato rimosso ", Ci dice un portavoce di Facebook.

Facebook ha notato che molti degli account falsi utilizzati nell'ultima campagna utilizzavano foto di profili falsi che sembravano essere state generate dall'intelligenza artificiale. Questi account avrebbero pubblicato contenuti BL in altri gruppi di Facebook fingendo di essere americani. I messaggi Pro-Trump venivano spesso pubblicati "a frequenze molto elevate" e collegati a siti off-platform appartenenti al BL e The Epoch Times. I conti e le pagine erano gestiti da persone negli Stati Uniti e in Vietnam.

Facebook ha dichiarato di aver rimosso 610 account, 89 pagine Facebook, 156 gruppi e 72 account Instagram collegati all'organizzazione. Circa 55 milioni di account hanno seguito una di queste pagine di Facebook e 92.000 hanno seguito almeno uno degli account di Instagram. L'organizzazione ha speso quasi $ 9,5 milioni in pubblicità, secondo Facebook.

"Il BL è ora bandito da Facebook", ha dichiarato Nathaniel Gleicher, responsabile della politica di sicurezza di Facebook. "Stiamo continuando a indagare su tutte le reti collegate e adotteremo le misure opportune se stabiliamo che sono coinvolti in comportamenti ingannevoli".

Aggiornamento, 20 dicembre alle 15:51 ET: Aggiornato per includere che The Epoch Times nega qualsiasi connessione a The BL e ha chiarito che è Facebook che lo sostiene in base alla propria indagine interna.

Aggiornamento, 20 dicembre alle 20:10 ET: Aggiunto commento aggiuntivo da un portavoce di Facebook.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *