Caduta turismo a Venezia per paura di inondazioni


Venezia ha visto nel mese di novembre la peggiore innalzamento delle acque per oltre cinquant'anni.
Venezia ha visto nel mese di novembre la peggiore innalzamento delle acque per oltre cinquant’anni. Luca Bruno / AP

Le immagini forti di innalzamento delle acque eccezionale per il mese di novembre non è stata una buona pubblicità per Venezia, una delle mete preferite dei turisti da tutto il mondo. La paura di ulteriori inondazioni legati alle alte maree ha portato all’annullamento, nella Serenissima, il 45% delle prenotazioni alberghiere nel corso degli ultimi trenta giorni, ha annunciato venerdì 20 dicembre l’associazione di hotel di venezia.

“Dalla metà di novembre, il risultato di una storica alluvione, abbiamo registrato una caduta senza precedenti del numero di prenotazioni. Questo non è ancora accaduto dopo gli attacchi alle Torri gemelle “ a New York nel 2001, ha commentato il presidente dell’associazione, Vittorio Bonacini, durante una conferenza stampa.

“In questo primo mese abbiamo registrato un picco del 45 % di cancellazioni e abbiamo dovuto annullare gli eventi, le conferenze e le principali iniziative previste per il prossimo anno “, ha detto. “Se abbiamo avuto un tasso di occupazione del 100 % per la notte di capodanno nel 2018, quest’anno, il tasso è inferiore al 50 % “disse il Signor Bonacini.

Le immagini ampiamente diffusi dalla marea, il 12 novembre, il peggior dato dal 1966, hanno fatto il giro del mondo, suscitando i timori dei viaggiatori. In particolare quelle degli Stati Uniti (15 % di turisti in visita a Venezia), il regno Unito (8 %) e Francia (7 %), “Un turista su tre proviene da questi paesi “ha sottolineato il presidente degli albergatori.

Articolo riservato ai nostri abbonati Leggi anche Le dighe di Venezia, a sedici anni di lavori e polemiche

Più di 31 milioni di turisti nel 2018

Si richiama, tuttavia, una scarsa comprensione della realtà : “Abbiamo ricevuto chiamate preoccupati per gli Stati Uniti, ci chiedono se un bambino di un metro di trenta poteva venire senza pericolo “.

In realtà, Venezia è più di un metro sopra il livello del mare, ” ricorda. Quando si parla di un’alta marea di 1m30, il livello dell’acqua è di 30 centimetri e solo in alcune aree della città vecchia. L’alta marea storia durò solo un’ora e mezza, e poi la situazione è tornata alla normalità in un paio di ore, dice.

Più di 31 milioni di turisti in visita a Venezia lo scorso anno, 20 milioni di euro sono stati spesi per un solo giorno il sito e solo in 11 milioni e mezzo hanno effettuato 274 hotel del centro storico, secondo i dati dell’associazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *