La Finlandia sta rendendo il suo corso di crash AI online gratuito per il mondo


L'anno scorso, la Finlandia ha lanciato un corso intensivo online gratuito di intelligenza artificiale con l'obiettivo di educare i suoi cittadini sulla nuova tecnologia. Ora, come regalo di Natale al mondo, la nazione europea sta preparando il programma di sei settimane disponibile per chiunque.

A rigor di termini, è un regalo per l'Unione europea. La Finlandia sta abbandonando la presidenza di turno dell'UE alla fine dell'anno e ha deciso di tradurre il suo corso in ogni lingua dell'UE come regalo per i cittadini. Ma non ci sono restrizioni geografiche chi può seguire il corso, quindi è davvero a beneficio del mondo.

Il corso si è sicuramente dimostrato valido in Finlandia, con oltre l'1 percento dei 5,5 milioni di cittadini della nazione nordica che si sono iscritti. Il corso, chiamato Elements of AI, è attualmente disponibile in inglese, svedese, estone, finlandese e tedesco.

Le sei sezioni di Elements of AI, ciascuna delle quali richiede circa 5-10 ore per il completamento.

Esistono già alcuni siti per le persone che desiderano apprendere le basi dell'IA, ma l'offerta della Finlandia sembra valere la pena se ti interessa qualcosa del genere. È ben progettato, offre brevi test alla fine di ogni sezione e copre una vasta gamma di argomenti dalle implicazioni filosofiche dell'intelligenza artificiale a materie tecniche come la probabilità bayesiana. Dovrebbero essere necessarie circa sei settimane per terminare, con ogni sezione tra le 5 e le 10 ore.

Il governo finlandese ha dichiarato di aver inizialmente progettato il corso per offrire ai suoi cittadini un vantaggio nell'intelligenza artificiale. La Finlandia ha sempre dato un pugno al di sopra del suo peso nella tecnologia e nell'istruzione, quindi sembra ragionevole sposare i due punti di forza. Megan Schaible della consulenza tecnologica Reaktor, che ha contribuito a progettare il corso, ha affermato che la motivazione era "dimostrare che l'IA non dovrebbe essere lasciata nelle mani di alcuni programmatori d'élite".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *