Google Pixel otterrà aggiornamenti software più grandi e regolari che potresti ricordare


Ieri, Google ha svelato una nuova parte della sua strategia con i telefoni Pixel: il cosiddetto "drop delle funzionalità". Google ha raggruppato un sacco di funzionalità software esclusive (almeno per ora) per la linea Pixel e le sta rilasciando in una aggiornamento più grande invece di eliminarli ogni volta che sono pronti. È un nuovo modo per Google di rilasciare aggiornamenti software, basato su qualcosa che storicamente non è molto efficace in:

Pianificazione.

"Stiamo mirando a una cadenza trimestrale (per la caduta delle funzionalità)", afferma il vicepresidente della gestione dei prodotti Sabrina Ellis, aggiungendo che "impostare questo tipo di struttura in anticipo sta aiutando i nostri team a capire come possono impostare le tempistiche di sviluppo".

Le funzionalità rilasciate sono un modo per Google di rendere gli aggiornamenti del software Pixel più tangibili per i potenziali clienti. È un nome intelligente: le "gocce" sono modi per creare clamore intorno a nuovi prodotti nel mondo della moda – e Google ha davvero bisogno di trovare un modo per creare più clamore intorno al Pixel 4.

Dopo la fotocamera, il motivo migliore per ottenere un telefono Google Pixel anziché un altro telefono Android è che Pixel è garantito per essere il primo a uscire con gli aggiornamenti del software Android. Ma quel vantaggio sembra davvero tangibile solo una volta all'anno – quando esce la nuova versione di Android e i proprietari di Pixel ottengono un salto da tre a sei mesi sul nuovo software.

Quest'anno, Pixel 4 ha ottenuto una ricezione silenziosa: la durata della batteria del modello più piccolo è davvero deludente e la qualità video non è al passo con la concorrenza. E qui sta il problema: qualunque sia la storia del software che Google ha da dire sul Pixel verrà oscurata dalla storia dell'hardware, anno dopo anno.

Questo primo rilascio di funzionalità include molti aggiornamenti che potrebbero o meno arrivare ad altri telefoni Android, Ellis li chiama "Pixel-first". Una cosa interessante di questo nuovo modo di lavorare è che una delle funzionalità lanciate questo mese su Pixel 4 – una migliore gestione della memoria per le app in background – dovrebbe arrivare ad altri telefoni Android, ma forse non fino a quando Il prossimo versione di Android.

Ciò significa che Pixel non solo ottiene le funzionalità del software con qualche mese di anticipo rispetto agli altri telefoni, ma le sta potenzialmente ottenendo più di un anno prima.

Quella funzionalità a livello di sistema (che, per la linea Pixel, è molto necessaria) arriverà tramite un tradizionale aggiornamento del sistema operativo a livello di sistema. Ma la maggior parte delle altre funzionalità che Google sta inviando ai telefoni Pixel arriva nelle app. In un certo senso, tenere alcuni di questi aggiornamenti delle app potrebbe effettivamente significare un ritardo per alcune funzionalità, con i team che trattengono le loro versioni per la prossima funzione. Ma il compromesso è che, in primo luogo, un numero maggiore di utenti saprà effettivamente che tali funzionalità esistono, cosa che spesso non era accaduta prima.

All'inizio di quest'anno ho scritto che Google non può risolvere il problema di aggiornamento di Android, ma quei problemi infrastrutturali non si applicano davvero al Pixel. Ma c'è un'altra seccatura che i proprietari di Pixel probabilmente non riusciranno a scappare presto: non arriveranno per tutti in una volta.

Google crede fermamente negli aggiornamenti continui, che è un modo "più responsabile" per inviare gli aggiornamenti. Un piccolo gruppo li ottiene prima, solo per garantire che non ci siano problemi imprevisti, quindi percentuali sempre più grandi di utenti ricevono l'aggiornamento.

Questa metodologia è stupenda per inviare in modo affidabile aggiornamenti software stabili a un numero enorme di utenti (non che Pixel abbia numeri enormi, ma comunque), ma è assolutamente atroce per creare clamore. Riduce l'intero concetto di "feature drop".

Se sei uno dei pochi proprietari di Pixel 4, ecco la tua esperienza ieri: Oh hey, un aggiornamento software pulito con nuove funzionalità. Dovrei andare a prenderlo. Oh non ce l'ho. Allora ok. Controllerò ancora una volta. Bene. È stato deludente. Quell'esperienza, tra l'altro, è esattamente quello che mi è successo con il mio Pixel 4 XL.

Ellis ammette che non è l'ideale: "Vorrei essere dove ricevi quel drop, ricevi quella notifica e tutto sarà (disponibile). Stiamo lavorando per quello. "

Per mitigarlo, Google sta utilizzando tutti gli strumenti possibili all'interno di Android per fornire agli utenti quel momento di eccitazione di nuove funzionalità, senza il timore di un aggiornamento che rovini il loro telefono. Ci sarà una notifica che ha più contesto del solito su ciò che è nuovo e Google si appoggerà pesantemente all'app Pixel Tips per aiutare le persone a trovare le nuove funzionalità.

L'altra cosa che spero faccia Google è la cosa che è stato il mio cavallo per hobby da diversi anni ormai: togli il limite al budget di marketing. Samsung non ha conquistato il mondo Android realizzando il miglior telefono, anche se i suoi telefoni erano e sono molto buoni, probabilmente il migliore. Ha vinto scatenando una campagna pubblicitaria pluriennale burrascosa, esilarante e costosa che ha coinvolto Super Bocce, attivazioni di marchi e accordi per garantire che i suoi telefoni abbiano la priorità dai dipendenti del gestore telefonico.

Non vedo Google scatenare campagne del genere in quel modo – o perché manca di fiducia nel prodotto o perché istituzionalmente non vuole proprio. Forse la società crede che Pixel dovrebbe vincere per i suoi meriti, forse non vuole offendere partner come Samsung, o forse pensa solo al tipo di shenanigans che devi giocare per ottenere artisti del calibro di AT&T e Verizon per spingere il tuo prodotto semplicemente troppo icky. Probabilmente tutto quanto sopra.

Sto divagando, scusa. Come ho detto, è un cavallo per hobby.

Una cosa non detta in tutto ciò che quando si tratta di aggiornamenti delle funzionalità, in particolare quelli all'interno delle app, Google ha davvero meglio track record di Apple. Apple tende a distribuire tutte le sue nuove funzionalità in un grande aggiornamento monolitico annuale.

Chiediti l'ultima volta che Apple ha aggiornato, per esempio, l'app Mail tra le principali versioni di iOS. Quasi mai. Chiediti l'ultima volta che Google ha aggiornato Gmail? Probabilmente è stato nell'ultima settimana o due.

Ma quella cadenza di aggiornamenti delle app quasi costanti significa che la maggior parte di quelle funzionalità si perde. Google sta cercando di risolvere questo problema confezionando alcune delle cose specifiche di Pixel in momenti più grandi con un impatto maggiore. La caduta delle funzionalità di questo mese è un primo tentativo. Le gocce più importanti arriveranno tra tre e sei mesi. Dimostreranno che Google è effettivamente impegnato in questo piano e gli darà la possibilità di rafforzare l'infrastruttura per rilasciarli in finestre temporali più brevi.

In definitiva, ecco il problema che le funzionalità di rilascio sono progettate per risolvere: gli aggiornamenti delle app di Google sono come essere colpiti con una pistola a spruzzo mentre quelli di Apple sono come essere colpiti con un pallone ad acqua. Entrambi contengono una quantità uguale di acqua, ma uno di essi ha un impatto molto maggiore.


Altro da The Verge

+ Google è sotto inchiesta federale per le pratiche lavorative

Sono contento che questa indagine stia accadendo.

L'indagine del NLRB si concentrerà sul fatto che Google abbia violato le leggi sul lavoro licenziando quei dipendenti attivisti e se ha scoraggiato i suoi dipendenti dal sindacalizzare. Quando i dipendenti presentano un addebito al NLRB, l'agenzia deve avviare un'indagine per determinare se deve intraprendere un'azione formale e presentare il proprio reclamo. Lo staff di Oakland dell'agenzia guiderà l'indagine che dovrebbe essere completata in circa 90 giorni.

+ L'auto senza conducente di Waymo: guida di fantasmi sul sedile posteriore di un taxi robot

+ Il telecomando Apple TV è così grave che una società televisiva svizzera ha sviluppato un normale sostituto

Dove posso acquistarne uno? Non sto nemmeno scherzando.

+ Google afferma che non concederà a Fortnite un'esenzione per il taglio del 30% del Play Store

Anche Apple addebita questo taglio, anche se in alcuni casi scende al 15 percento per gli abbonamenti dopo un anno. Guarda: questa è un'acrobazia di Epic, ma è un'acrobazia che richiama l'attenzione sulla ricerca dell'affitto che sia Apple che Google si impegnano nei loro app store. Concederò che questi proprietari di piattaforme dovrebbero ottenere più di quanto una società di carte di credito ottenga, ma il 30 percento è troppo.

+ Epic è accusato di aver rubato una danza Fortnite da "Dancing Pumpkin Man"

Epico: combattere la buona battaglia nella ricerca dell'affitto dell'app store.
Anche Epic: combattere la brutta lotta per appropriarsi del lavoro creativo degli altri.

Anche se la legge è tecnicamente dalla parte di Epic qui (anche se solo perché la legge sul copyright è selvaggiamente arcana), questo non è un ottimo aspetto, specialmente per un'azienda che esprime (giustificato!) Oltraggio morale in altri settori.

+ Amazon Echo Flex è un altoparlante intelligente per esigenze molto specifiche

Come scrive Dan Seifert, pensa a questa cosa come un piccolo microfono Alexa che puoi collegare ovunque, non come un piccolo altoparlante intelligente.

Nel complesso, Flex è il migliore per chi desidera un punto di accesso al controllo vocale (e forse un rilevatore di movimento) in un luogo specifico in cui non è possibile posizionare un altoparlante più tradizionale. Se si adatta a quella custodia stretta, probabilmente Flex funzionerà bene per le tue esigenze. Ma la maggior parte delle persone in cerca di un altoparlante intelligente economico dovrebbe attenersi a un Echo Dot o Nest Mini.

+ Elon Musk sta guidando il prototipo Cybertruck di Tesla in giro per Los Angeles

Nel prototipo di Cybertruck mancano una serie di funzioni che alla fine saranno necessarie per diventare legali su strada quando sarà spedito verso la fine del 2021, come lo specchietto retrovisore lato conducente, i tergicristalli e altri fari e luci dei freni dedicati. Ma proprio come fanno altre case automobilistiche con i loro prototipi, Tesla ha equipaggiato la Cybertruck con una targa del costruttore, che offre alle aziende un po 'di spazio per testare i veicoli su strade pubbliche anche se non soddisfano gli standard di sicurezza dei veicoli a motore federali statunitensi.

+ Microsoft eliminerà Wunderlist a favore di To Do a maggio 2020

+ Away sostituisce il CEO Steph Korey dopo l'indagine di Verge

Bene, questo è un modo per affrontare la situazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *