Questo gioco di avventura di testo AI ha praticamente infinite possibilità


Come saranno i videogiochi quando potranno veramente sfruttare il potere dell'IA? Se l'avventura testuale basata sull'apprendimento automatico AI Dungeon 2 c'è qualcosa da fare, saranno a tempo indeterminato, ridicolmente stupidi e molto divertenti da giocare.

AI Dungeon 2 non è esattamente un gioco raffinato, ma più un progetto di passione dello sviluppatore Nick Walton. Ha sfruttato la potenza di un sistema di generazione di testi open source all'avanguardia sviluppato da OpenAI e gli ha fornito un sacco di testi nello stile di Scegli la tua avventura libri. Il risultato è un'avventura testuale in cui, per modificare un cliché, l'unico limite è l'immaginazione dell'IA.

Puoi giocare AI Dungeon 2 per te stesso Qui. Dopo aver eseguito un po 'di configurazione nel browser, puoi scegliere tra una serie di impostazioni fantasy prima di lasciarti andare. Quindi puoi fare praticamente quello che vuoi. Puoi andare a combattere gli orchi malvagi o fare amicizia con loro e iniziare una nuova religione. Puoi stabilirti in una fattoria da qualche parte e coltivare zucche a forma di divertente, oppure puoi semplicemente diventare un dio. O più dei. Qualunque cosa ti piaccia!

Un avvertimento, però: Sotterraneo 2 sta attirando un po 'di attenzione al momento e sembra rallentare il funzionamento del gioco. Mentre aspetti, puoi vedere cosa hanno fatto gli altri nel gioco su Twitter. Il creatore Nick Walton è entrato in una band:

Altri hanno cercato una via d'uscita dalla simulazione:

The VergeT.C. Sottek ha cercato di sopraffare i mostri, ma ha subito una sorta di misterioso infarto per i suoi problemi:


Il giornalista senior Adi Robertson ha provato a trasformare il gioco verso la metafiction, senza successo:


Mentre l'editor di notizie Chaim Gartenberg ha trovato una misteriosa condizione di vittoria:


AI Dungeon 2 è chiaramente una corsa sfrenata, ma è interessante considerare come la meccanica di base dei sistemi di apprendimento automatico guida il gameplay.

Poiché si basa su un'intelligenza artificiale di generazione di testo, il gioco non ha davvero un senso coerente di chi sono i personaggi o di cosa stanno facendo. Risponde solo agli stimoli che gli dai da mangiare, riga per riga, piuttosto che cercare di seguire narrazioni a lungo termine o spingere obiettivi concreti.

A sua volta, questo pone l'onere sul giocatore. Perché il gioco sia divertente, tu deve essere fantasioso e far andare avanti le cose. In questo senso, è piuttosto come una sessione di improvvisazione o una partita a Dungeons & Dragons, con l'IA che assume il ruolo di paziente, se non imprevedibile, maestro di gioco. Se dai AI Dungeon 2 il tuo tempo e la tua buona volontà e coinvolgi ciò che ti dice piuttosto che cercare di combatterlo ad ogni turno, sarai ricompensato. E questa è una lezione abbastanza buona per qualsiasi videogioco, basato sull'intelligenza artificiale o meno.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *