Ecco il memo trapelato in cui Away dice ai dipendenti di non eludere l'indagine di The Verge


I documenti trapelati di recente rivelano che Away ha impedito ai dipendenti di discutere The Verge’s indagine sulle condizioni del luogo di lavoro sui loro canali di social media personali o professionali. "Per favore, non condividere l'articolo", i manager hanno detto ai loro rapporti diretti. "Per favore, non preferire / mettere mi piace / commentare o interagire con alcun commento (negativo o positivo) attraverso i tuoi account personali o professionali."


Anche i dipendenti sono stati avvisati del fatto che The Verge parleremo della storia in diretta su CNBC questo pomeriggio. "Sembra che il giornalista dell'articolo sia apparso su CNBC", ha detto un manager. "La direzione che stiamo ottenendo è quella di continuare con il protocollo di non rispondere agli inbound relativi all'articolo".


La notizia arriva ore dopo che il CEO Steph Korey si è scusato per il suo comportamento intimidatorio e manipolativo, che è stato rivelato in numerosi registri Slack pubblicati da The Verge ieri. "Posso immaginare come le persone si sentissero a leggere quei messaggi del passato, perché ero sconvolta nel leggerli da sola", ha detto.

L'inchiesta da The Verge ha rivelato come Korey ha usato i valori fondamentali della società di Away per spingere i dipendenti quasi al punto di rottura. L'anno scorso, ha detto a un gruppo di responsabili della customer experience che si stava togliendo i loro ferie retribuite per sostenere lo sviluppo della loro carriera. "Nel tentativo di supportarti nello sviluppo delle tue capacità, ti aiuterò ad apprendere le abilità professionali di responsabilità. Per renderti responsabile … non più (richieste di ferie pagate) o (lavoro da casa) le richieste saranno prese in considerazione da te 6 ”, ha detto (sottolineando la sua). "Spero che tutti in questo gruppo apprezzino la ponderatezza che ho messo nel creare questa opportunità di sviluppo della carriera e che siete tutti entusiasti di operare coerentemente con i nostri valori fondamentali".

Korey e la sua co-fondatrice Jen Rubio non consentono ai dipendenti di scambiarsi e-mail e di chiedere che la messaggistica diretta in Slack sia ridotta al minimo. Il risultato è che quasi tutte le conversazioni su Away si svolgono su canali Slack pubblici. Molti ex dipendenti della trasferta hanno notato che mentre queste regole avrebbero dovuto creare più trasparenza, in pratica hanno favorito una cultura della paura. Korey era noto per strappare alla gente per aver fatto anche piccoli errori. "Potevi sentire la sua battitura a macchina e sapevi che sarebbe successo qualcosa di brutto", dice l'articolo di un cliente.

Venerdì, CNBC ha ricevuto una dichiarazione da Korey, che il capo dell'ufficio SF della rete Sally Shin ha twittato. "Sono sinceramente dispiaciuto per quello che ho detto e come l'ho detto", si legge. “Era sbagliato, chiaro e semplice. Vogliamo che Away sia un'azienda che stabilisce gli standard più elevati per il modo in cui trattiamo i nostri dipendenti e li aiutiamo a crescere. Negli ultimi 12 mesi abbiamo investito nella creazione di una cultura che consenta alle nostre persone di prosperare, incluso il coaching esecutivo per il personale senior, la formazione sulla diversità e l'inclusione per tutti in azienda, 360 recensioni, la creazione di gruppi di risorse per i dipendenti e l'aggiunta di oltre 100 nuovi membri del team per meglio dividere i carichi di lavoro. Sto lavorando per essere migliore ogni giorno e prometto di mantenerlo per il bene dei nostri dipendenti, dei nostri clienti e della nostra azienda. "

Alcuni ex dipendenti della trasferta hanno dichiarato di non essere soddisfatti della sua risposta. "Non è questa la prima volta che ha bisogno di rimprovero per la sua gestione e condotta", ha detto un ex lavoratore The Verge. "Sa esattamente chi ha fatto del male e, al momento, presentare al pubblico le scuse di un ho-hum, si sente come se fosse stato fatto solo per salvare la faccia e rallentare i ritorni degli ordini in arrivo. Non è giusto."

Un altro ex dipendente ha detto The Verge, "Anche se è bello vedere che stanno prendendo provvedimenti per migliorare l'ambiente, dalle mie interazioni personali con gli attuali dipendenti, so che sono ben lungi dal riparare l'ambiente tossico che hanno già creato. E anche se è bello che i nuovi dipendenti possano beneficiare di alcuni di questi passaggi, non corregge il dolore che ha causato a me o a nessuno degli altri ex dipendenti, né a livello personale, emotivo o finanziario. ”L'ex dipendente afferma che erano lascia andare senza alcuna separazione. "Dal mio (punto di vista), non sta guardando indietro a quei messaggi pensando:" Oh, il mio impatto non corrispondeva alle mie intenzioni. "La sua intenzione era chiara per abbattere sempre le persone."

Venerdì prima delle 16:00 ET, Korey ha pubblicato un messaggio aggiuntivo sul suo account Twitter personale esprimendo "errori mentre abbiamo costruito via", in cui continua dicendo: "Quello che leggi nell'articolo non riflette la società che vogliamo essere ;; e continueremo a lavorare e migliorare. Voglio essere chiaro che la Away in cui mi impegno è quella in cui stabiliamo gli standard più elevati per il modo in cui trattiamo le nostre persone e le aiutiamo a crescere ”.

Aggiornamento 6 dicembre, 14:23 ET: Questo articolo è stato aggiornato e ampliato per includere promemoria trapelati che riflettono le istruzioni di Away ai dipendenti.

Aggiornamento 6 dicembre, 15:57 ET: Aggiunti ulteriori commenti pubblici del CEO di Away Steph Korey, rilasciati su Twitter questo pomeriggio, e un ulteriore contesto riguardo alla reazione degli ex dipendenti alle dichiarazioni di Korey.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *