Chris Smalling e Romelu Lukaka abbraccio dopo il ‘venerdì Nero’ titolo


Il titolo su fotografie di Chris Smalling e Romelu Lukaku ha scatenato la critica diffusa per essere razzista, in seguito alla pubblicazione dell’Italia del Corriere dello Sport di giovedì.

Entrambi i giocatori e i loro club, COME Roma e Inter, rispettivamente, hanno espresso la loro disapprovazione, e COME Roma e Milan vietato la pubblicazione dalle sue strutture o da interviste ai suoi giocatori fino a gennaio.

Venerdì, dopo una notte di incontro di Serie A, che si è conclusa 0-0 a Milano, i due giocatori incontrati a San Siro passo. Smalling ha twittato una foto del loro abbraccio con le parole “Mio fratello”. La coppia di ex compagni di squadra al Manchester United e Lukaku poi ritwittato Smalling post.

Corriere dello Sport ha difeso giovedi's front page.

‘Razzista a chi?”

Giovedì Smalling twitter: “Spero che gli editori coinvolti nella gestione di questo titolo di assumersi la responsabilità e capire il potere che possiedono attraverso le parole, e l’impatto di tali parole possono avere.”
Lukaku ha descritto come uno dei “più stupida titoli” che avesse mai visto.
La carta, tuttavia, raddoppiato in sua difesa il coperchio anteriore, sostenendo che accompagnano l’articolo è stato fortemente anti razzista, e condotto con un’altra confutazione delle critiche su venerdì prima pagina.

“Razzista a chi? Il linciaggio di un giornale che ha combattuto per la libertà e l’uguaglianza per oltre un secolo,” leggere l’ultimo titolo.

“Venerdì nero, per chi vuole e può capire, era ed è solo l’elogio della differenza, l’orgoglio della differenza, la magnifica ricchezza della differenza”, ha continuato Ivan Zazzaroni, il giornale dell’editor.

“Se non si capisce è perchè non si riesce a capire o perché fai finta che non è possibile.

“Venerdì nero è l’innocente titolo di un giornale, il nostro, che per quasi un secolo difendere con ostinazione e passione, semplicemente passione, i valori dello sport, del calcio.

“Tuttavia, è stato trasformato in veleno da parte di coloro che hanno il veleno dentro di sé. Si tratta di un innocente titolo.”

Venerdi's il Corriere dello Sport prima pagina con il titolo 'Razzista a chi?'

‘Il problema della nostra società”

La gara di fila in un momento in cui il calcio italiano è stato criticato per il modo in cui ha gestito incidenti razzisti.

All’inizio di questa stagione, Lukaku è stato oggetto di scimmia canti da Cagliari fan e Brescia attaccante Mario Balotelli ha detto di aver sperimentato razziale abuso da parte dell’opposizione Verona fan.

Entrambi gli episodi sono stati soddisfatti con scarso sanzioni — Verona è stata consegnata una partita in parziale stadio di chiusura e Cagliari sfuggito eventuali gravi punizioni.

A San Siro venerdì, Roma sostenitore Simone ha detto alla CNN il razzismo è diffuso in Italia.

“Penso che ci sia il razzismo nel calcio italiano”, ha detto il 32-year-old. “Non c’è razzismo, perché molti minimizzare il titolo ‘Black Friday.’

“Non si deve pensare anche di colore della pelle come una caratteristica da evidenziare in un giocatore.

“In primo luogo, dobbiamo smettere di fingere che non sia un problema o che è un problema secondario.

“È un problema della nostra società, il razzismo. Nello stadio e fuori dallo stadio.

“Ciò che è necessario è per tutte le forze coinvolte attivamente a reagire con la necessaria stadi per identificare, punire chi è la colpa.”

‘Essere nero è solo un’osservazione’

Tuttavia, Inter fan di Luca ha detto che il titolo era “corretto” e “dolce”.

“Se vogliamo andare avanti da questa storia del razzismo, non è da scandalizzarsi se nel titolo di un giornale italiano ci sono due giocatori di colore”, ha detto a CNN.

“Che significa che probabilmente c’è qualcosa di marcio su entrambi i lati.

“Vedi giocatori come Lukaku, che sono il volto dell’Inter, e dall’altro lato Smalling, che è un sy mbolic giocatore per la Roma, quindi dal mio punto di vista, non vedo nulla di male in essa.”

Ha aggiunto: “Essere nero è solo un’osservazione. Quando saremo in grado di superare le barriere razziali? Dal momento che non siamo in grado di superare le loro abbiamo messo l’accento sul fatto di essere nero e chiamare razzista. Perché non siamo ancora pronti su entrambi i lati.”

In Italia tutte le squadre scrisse una lettera aperta, la scorsa settimana, riconoscendo il suo problema con il razzismo e ammettendo di non abbastanza è stato fatto per affrontare il problema nel corso degli anni.

“Ora dobbiamo agire con rapidità, con uno scopo e con l’unità e l’abbiamo chiamata su di voi, i fan, a supporto noi, a questo di vitale importanza impresa”, è la lettura.

Questa non è la prima volta che un giornale italiano, è stato coinvolto in un razzismo riga.

Nel 2012, la Gazzetta dello Sport ha pubblicato un cartone animato di Balotelli come King Kong davanti all’Italia è partita con l’Inghilterra al Campionato Europeo.
Il presidente della UEFA Aleksander Ceferin recentemente ha detto al Daily Mirror che i politici non sono stati in parte da biasimare per un numero di incidenti razzisti di tutto il calcio Europeo.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *