Facebook ha creato un chatbot per aiutare i dipendenti a deviare le critiche durante le vacanze


L'immagine pubblica di Facebook è in uno stato così disastroso che il team di pubbliche relazioni della società ha creato un chatbot basato sull'intelligenza artificiale per aiutare i suoi dipendenti a deviare le critiche dai familiari durante le vacanze, rapporti Il New York Times. Lo strumento, chiamato "Liam Bot" per motivi che la società non ha divulgato, aiuta a guidare i dipendenti attraverso conversazioni difficili sulle varie controversie di Facebook.

Lo strumento è stato distribuito ai dipendenti poco prima della festa del Ringraziamento degli Stati Uniti, il NYT rapporti, ed è entrato per la prima volta nei test in primavera. Le risposte sono scritte dal team di pubbliche relazioni della società e sembrano in gran parte in linea con le dichiarazioni pubbliche del team esecutivo su argomenti come la libertà di parola, le interferenze elettorali, la moderazione e altro ancora.

Alla domanda sul discorso dell'odio, per esempio, il NYT riferisce che Liam Bot risponderà con alcuni suggerimenti disponibili come "It [Facebook] ha assunto più moderatori per sorvegliare il suo contenuto" e "Il regolamento è importante per affrontare il problema". Il bot si collega anche a utili post sul blog di Facebook e, nel caso in cui la domanda sia di natura tecnica, domande frequenti e guide a problemi come il ripristino di una password dell'account.

Facebook ha affrontato una serie senza precedenti di crisi negli ultimi anni, a partire dal suo ruolo di efficace strumento di disinformazione durante le elezioni del 2016 e punteggiato da un numero vertiginoso di controversie come lo scandalo sulla privacy dei dati di Cambridge Analytica e la recente pubblicità politica dell'azienda politica. La raffica di cattiva stampa ha ha reso più difficile per Facebook assumere nuovi dipendenti e ha provocato un aumento dei dipendenti che chiedevano ex colleghi o colleghi impiegati del settore sulle prospettive di lavoro esterne, CNBC ha riferito.

Il tema del morale tra i dipendenti è stato anche una preoccupazione ripetuta negli ultimi anni, soprattutto perché l'approccio di Facebook alla radicale trasparenza con i dipendenti ha portato a perdite di alto profilo negli ultimi mesi. In ottobre, The Verge ha pubblicato audio e trascrizioni di una serie di sessioni di domande e risposte Mark Zuckerberg, CEO di Facebook, tenuto con i dipendenti, rivelando i suoi pensieri e le sue sensazioni personali su una serie di argomenti importanti come la posizione della senatrice Elizabeth Warren sulla regolamentazione della Big Tech. La perdita, una rara rottura in un sacro patto di segretezza che Facebook ha coltivato tra le sue decine di migliaia di dipendenti nell'ultimo decennio, è stata ancora una prova in più del fatto che il morale stia marcando.

La risposta di Facebook a questo scenario, almeno per quanto riguarda il placare gli amici e i familiari dei dipendenti, sembra essere tecnica sotto forma di un chatbot di intelligenza artificiale. "I nostri dipendenti chiedono regolarmente informazioni da utilizzare con amici e familiari su argomenti che sono stati nelle notizie, soprattutto durante le vacanze", ha detto un portavoce di Facebook al NYT. "Abbiamo inserito questo in un chatbot, che abbiamo iniziato a testare questa primavera."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *