Anche Half-Life: Alyx non è bastato a convincere il boss Xbox della console VR


Cosa ci vorrà per convincere il boss Xbox Phil Spencer a creare una Xbox compatibile con VR? All'inizio di questa settimana, Spencer ha detto in un intervista con Stevivor che "nessuno sta chiedendo VR" sulle console di Microsoft, e lo ha seguito su Twitter dicendo che anche dopo aver giocato al titolo VR tanto atteso, ma inedito Half-Life: Alyx non è ancora convinto.

"Non è solo il nostro obiettivo con Scarlett" tweeted Spencer, riferendosi al nome in codice di Project Scarlett per la console 2020 dell'azienda. Tuttavia, ha ammesso che il prossimo gioco di Valve è stato "fantastico" quando ha avuto modo di giocarci.

Nell'intervista originale con Stevivor, Spencer ha sollevato "problemi" con lo stato attuale della realtà virtuale. "È isolante", ha aggiunto, aggiungendo che la sua priorità con Xbox era "rispondere a ciò che i nostri clienti chiedono". Ha aggiunto che, grazie alla sua disponibilità attraverso altri mezzi, nessuno chiedeva realtà virtuale su console Xbox.

I commenti di Spencer sono stati accolti con critiche da alcune parti della comunità VR, incluso Shuhei Yoshida di Sony che giocosamente subtweetterato Spencer dice che la Sony "spesso lavora sodo per fare cose che nessun cliente chiede".

Non sorprende che un dipendente della Sony avrebbe twittato in difesa della realtà virtuale. Dopotutto, Sony ha rilasciato un auricolare VR per la sua console oltre tre anni fa e ha confermato che questo auricolare continuerà a funzionare con la prossima PlayStation 5.

Il marchio Xbox, nel frattempo, ha avuto una relazione più incoerente con la realtà virtuale nel corso degli anni. Quando Xbox One X fu annunciato per la prima volta con il nome in codice di Project Scorpio, Microsoft si vantava con orgoglio che sarebbe stato abbastanza potente da supportare lo stesso tipo di "VR di fascia alta" offerto sulla piattaforma PC. Tuttavia, un anno dopo, quando Scorpio divenne ufficialmente Xbox One X, la realtà virtuale non si vedeva da nessuna parte, e Microsoft in seguito annunciò che aveva completamente abbandonato i suoi piani per supportare la realtà virtuale sulle sue console.

Ora, sembra che la situazione non sia dovuta al cambiamento mentre Microsoft passa alla generazione della console successiva. E sfortunatamente, anche dare un'occhiata precoce a uno dei titoli più attesi della realtà virtuale non è bastato a far cambiare idea a Spencer.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *