Andy Murray si apre sul massacro di Dunblane



Città Del Capo – Andy Murray ha descritto il tennis come un
“fuga” in un nuovo documentario sul suo ritorno da un infortunio e di riferimento
il trauma che ha subito dopo la scuola massacro di Dunblane.

Andy Murray e il suo fratello Jamie erano presenti durante il 1996 incidente a
Dunblane Scuola Primaria, dove Thomas Hamilton ucciso 16 bambini e un
insegnante prima dello scatto stesso.

Durante la Premiere di ‘Andy Murray: Resurfacing’, che sarà
disponibile su Amazon Primo Video dal 29 novembre – l’ex N. 1 ha spiegato il documentario del regista Olivia Cappuccini perché
egli è determinato a continuare a giocare lo sport che ama.

In una nota vocale di Cappuccini, Murray ha detto: “Lei mi ha chiesto un po’ di tempo fa
perché il tennis è stato importante per me. Ho avuto la cosa che è successa a
Dunblane, quando avevo circa nove.

“Sono sicuro che per tutti i bambini ci sarebbe difficile per diversi
motivi. Il fatto che si sapeva che il ragazzo, siamo andati al suo club per bambini’, aveva
la nostra auto, ci ha guidato e lo fece scendere alle stazioni di treno e
cose.

“Entro 12 mesi che questo accada, i nostri genitori hanno divorziato. Era
un momento difficile. Per vedere che non riesco a capire cosa sta succedendo
su.

“E poi sei a 12 mesi dopo di che, mio fratello anche spostato
da casa. Andò al treno per giocare a tennis. Ovviamente abbiamo usato per fare
tutto insieme. Quando è andato via che era anche molto difficile per
me.

“Intorno a quel tempo, e dopo che, per un anno o giù di lì, ho avuto un sacco di
l’ansia che è venuto fuori quando ero a giocare a tennis. Quando ero in competizione I
sarebbero veramente male problemi di respirazione.

“Il mio sentimento verso il tennis è che è una via di fuga per me in qualche modo
perché tutte queste cose sono cose che ho imbottigliato. Io non
so perché non parliamo di queste cose. Non sono cose che
sono discussi.

Il mio sentimento verso il tennis è che è una via di fuga per me in qualche modo
perché tutte queste cose sono cose che ho imbottigliato

“Il modo che io sono, il campo da tennis, vi mostro alcune cose positive
circa la mia personalità e mi mostra anche le cose brutte e le cose che ho davvero
odio. Il Tennis mi permette di essere quel bambino, che ha tutte queste
domande, ed ecco perché il tennis è importante per me.”

Il documentario ha mostrato la carriera di risparmio di chirurgia dell’anca Murray aveva in
Gennaio 2019 e tracciato il suo viaggio da un anno prima, quando aveva
inizialmente era un’operazione sulla sua anca.

Il due volte vincitore di Wimbledon intensificato di recente il suo ritorno al tennis vincendo il Europee Aprono in Anversa.

Tuttavia, settimane prima che il successo di Stan Wawrinka, Murray era stato
a pensare alla pensione ancora prima di iniziare a notare un cambiamento
durante i tornei di Zhuhai, a Pechino e a Shanghai nel mese di settembre.

“L’Asia è stata fondamentalmente in cui ho iniziato a realizzare che posso fare questo perché
all’inizio di quel viaggio, letteralmente a due o tre giorni prima dell’
primo torneo in Asia, ho avuto conversazioni con la mia squadra”, ha
detto.

“Ero praticante e io:” No, io sto dando questo fino alla fine
dell’anno e, se io non vincere le partite e sentirsi meglio di me
ora, non voglio andare avanti’.

“Avevo messo un sacco di impegno, ma il mio movimento, non era a destra
livello, ma, come ho iniziato a giocare un bel paio di partite è cambiato molto
in fretta e ho pensato che era molto più lontano di me e che era
quello che un sacco di ragazzi del team hanno detto a me.

“Dicevano:” Tu sei molto più vicino di quanto si pensi ” e ho vinto un
poche partite, ha iniziato a sentirsi meglio e magari così ho guadagnato di più
la fiducia nella mia anca. Ho smesso di pensare in partite – che è stato
piuttosto un grande passo.

“All’inizio ci pensate dopo ogni movimento
fare e che non è un buon modo per andare in competizione, ma ora io non sono
a pensarci quando sto giocando.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.