Taison: Shakhtar Donetsk centrocampista bannato per un solo gioco per reagire al razzismo abuso



In 74 minuti dei padroni di casa per 1-0, il Brasiliano messo il dito medio, presso la sezione di Dynamo sostenitori e preso a calci una palla nella loro direzione.

Taison del compagno di squadra Dentinho segnalato l’abuso razzista per il direttore di gara, che successivamente attivato la fase uno e due UEFA protocollo ordinando uno stadio annuncio e poi prendere i giocatori in spogliatoio.

Taison e Dentinho sia lasciato il campo in lacrime.

Quando i giocatori riemersa, l’arbitro Taison ha mostrato un cartellino rosso. Fase tre della UEFA protocollo, di abbandonare la partita, non è stata attivata.

FIFPRO, che rappresenta calciatori professionisti in tutto il mondo, ha detto che è deluso con l’ucraino FA per sostenere l’una partita in divieto.

“Sancire una vittima di abuso razziale è al di là della comprensione e gioca nelle mani di coloro che promuovono questo tipo di deprecabile comportamento,” ha detto su Twitter.

Il UAF ha anche stabilito Dynamo Kyiv giocare una partita a porte chiuse e multato il club più di $20.000.

In una dichiarazione rilasciata dopo la partita, lo Shakhtar ha detto che “si oppone categoricamente qualsiasi manifestazioni e forme di razzismo, discriminazione razziale, la xenofobia e ogni forma di intolleranza.”

Al momento, la Dinamo Kiev ha detto che è “pronto ad aiutare [l’indagine] in modo completo e, se riconosciuto colpevole, di prendere tutte le misure possibili per isolare ulteriormente questi individui non solo di calcio ma anche dalla società.”

Dopo la partita, Taison ha scritto su Instagram: “io amo la mia gara, mi batto per il colore, qualunque cosa io faccia è per noi, per amore.

“Non ho mai zitto di fronte a tali disumane e vile gesto. Le mie lacrime erano di sdegno, di ripudio e di impotenza, senso di impotenza che ho potuto fare nulla, al momento.”



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *