Recensione da 16 pollici di Apple MacBook Pro: quella che stavi aspettando


La tastiera è fissa

Se Apple non ha fatto altro, quell'unica cosa rende il MacBook Pro da 16 pollici 2019 migliore del suo predecessore e di qualsiasi altro MacBook che puoi acquistare in questo momento. La marea si è definitivamente ribaltata al design della tastiera a farfalla di Apple nell'ultimo anno, grazie in gran parte a rapporti persistenti da Casey Johnston e Joanna Sterne Apple ha dovuto fare qualcosa. Per fortuna, Apple ha fatto la cosa giusta: è tornata a un design della tastiera più tradizionale.

Ma il backtrack di Apple sulla tastiera non è l'unica sistemazione che ha fatto per rispondere ai reclami sulla sua linea di MacBook. Apple ha inoltre modificato il modo in cui il laptop dissipa il calore, consentendo al processore di funzionare più velocemente e in modo più prevedibile. Ha inoltre riportato un tasto Esc fisico e la disposizione preferita dei tasti freccia della maggior parte degli utenti professionisti.

Ci sono alcuni altri aggiornamenti notevoli rispetto al modello da 15 pollici – incluso, sì, l'omonimo per il laptop stesso, lo schermo da 16 pollici. Ma la tastiera e le termiche sono i grandi aggiornamenti che mostrano che Apple è disposta a guardare indietro per andare avanti.

In realtà sono nervoso dicendo che la tastiera è buona ora. Ho esaminato la maggior parte dei MacBook con tastiera a farfalla e, ad ogni iterazione, non mi è venuta in mente la sensazione chiave. Aveva una specie di sensazione scivolante che, per me, valeva quasi il suono sordo. Ma quelle recensioni sono state tutte scritte dopo una settimana o due di utilizzo, il che non è abbastanza tempo per incorrere in un problema di affidabilità.

Ho avuto questo MacBook Pro da 16 pollici per la stessa quantità di tempo, ma lo sto chiamando riparato indipendentemente dal fatto che il nuovo meccanismo di commutazione sotto i tasti è il più tradizionale interruttore a forbice – una quantità nota. Apple afferma che si basa sulla tastiera magica fornita con iMac e, sicuramente, forse lo è.

Come tastiera, è lassù tra i miei preferiti in questo momento. (Per la cronaca, quella in cima all'elenco è la tastiera silenziosa sul Pixelbook Go.) La nuova tastiera di Apple ha un millimetro di corsa completo (circa 0,5 mm in più rispetto alla tastiera a farfalla e 0,5 mm in meno rispetto alla tastiera su un 2015 MacBook Pro). E sebbene le chiavi non siano particolarmente elastiche, atterrano con un thunk soddisfacente e relativamente tranquillo.

Apple afferma di aver ridisegnato il modo in cui il keycap si collega allo switch a forbice per migliorare la stabilità della chiave. Inoltre, la retroilluminazione non si spegne attorno al bordo dei tasti. Infine, i cappucci dei tasti sono leggermente più piccoli di quelli sul design a farfalla, il che consente loro di essere distanziati leggermente più distanti l'uno dall'altro e – in modo critico – la Touch Bar. Il layout a "T rovesciata" sui tasti freccia è anche molto più facile da usare rispetto al layout precedente.

Il tasto Esc fisico accorcia leggermente la Touch Bar, ma non ho notato alcun problema derivante dalla lunghezza persa. Questo è probabilmente perché, come la maggior parte delle persone, la Touch Bar è qualcosa che sopporto invece di qualcosa che mi piace. Apple ci crede e c'è ancora potenziale lì. Ma in generale, mi è meno utile di una fila di tasti funzione. Uso un'utilità chiamata pustola di mettere lì il mio Mac al posto del predefinito, ma anche questo non rende la Touch Bar un must per me.

All'interno di Apple, sono sicuro che ci sono ingegneri che credono ancora che la tastiera a farfalla sia riparabile. Forse lo è, ma la progettazione hardware deve tenere conto della cultura tanto quanto della progettazione. Anche se Apple fosse in grado di realizzare una tastiera a farfalla perfettamente affidabile con una corsa dei tasti decente e un clacson silenzioso, nessuno se ne fiderebbe. Apple non ha avuto altra scelta, e sono felice che abbia finalmente accolto l'inevitabile.

L'unica domanda ora è quando gli altri laptop Apple avranno il nuovo (vecchio) design della tastiera. Apple, ovviamente, non sta nemmeno accennando. Ma ci sono indizi: la società ha trascorso l'ultimo anno a fare le cose ovvie che tutti chiedevano: accesso USB iPadOS migliorato, telefoni più spessi con batterie più grandi e un Mac Pro di nuovo modulare. Speriamo che il 2020 sia più o meno lo stesso.


Siamo in grado di rimuovere un sacco di "roba per laptop" standard perché Apple ha fatto un buon lavoro con i fondamenti. Il trackpad è ancora quasi comicamente grande, ma Apple fa meglio di chiunque altro al rifiuto del palmo. Ci sono ancora quattro porte Thunderbolt 3 e c'è ancora un sensore di impronte digitali per accedere. Ma sfortunatamente, non c'è uno slot per schede SD.



Lo schermo – alias l'omonimo di questo laptop – è tipico di Apple, il che significa che è fantastico. In realtà non è un pollice intero più grande della versione da 15 pollici (che in realtà aveva un display da 15,4 pollici), e non sembra davvero molto più capiente. È un grande schermo retina accurato per i colori. Penso alla prossima iterazione di questo design – che è presumibilmente più di qualche anno fuori – Apple dovrebbe puntare un po 'più in alto. Ma gli schermi OLED e HDR sui laptop sono ancora relativamente rari e penso che Apple abbia ragione nel definire le basi.

Il modello da 16 pollici è appena leggermente più grande del modello da 15 pollici in tutte e tre le dimensioni, ma non così tanto che lo noteresti davvero a meno che non li confrontassi fianco a fianco. Se hai una borsa che si adatta al MacBook Pro da 15 pollici, sarei molto sorpreso se non si adattasse anche al laptop da 16 pollici.

Oltre allo schermo più grande, uno dei motivi per cui è leggermente più grande è che ha una batteria da 100 Wh completa, che è il Limite della Federal Aviation Administration per i laptop che sono ammessi sugli aerei. Inoltre viene fornito con un caricabatterie da 96 W da abbinare. Apple sostiene fino a 11 ore di durata della batteria, che consiste nella navigazione Web e in varie altre attività non intensive. Non ci sono riuscito – ho fatto una media di circa otto ore – ma nel complesso, penso che sia leggermente migliore dell'ultimo modello.

Se c'è un posto in cui Apple potrebbe fare di meglio sull'hardware, è la webcam. È ancora un affare piddly 720p. L'altro posto in cui Apple deve fare di meglio è macOS Catalina. Anche adesso, a quasi due mesi dal lancio, è ancora un po 'più intenso di quanto dovrebbe essere.


La mia parte preferita del MacBook Pro da 16 pollici non è la tastiera o le termiche migliorate. (Maggiori informazioni di seguito). Per essere sinceri, queste sono entrambe le cose che Apple non avrebbe dovuto incasinare in primo luogo, quindi non voglio dargli troppo credito per aver colpito solo il par.

Sono gli oratori. Sono i migliori che abbia mai sentito su un laptop.

La spiegazione tecnica di Apple per la qualità dei diffusori è che ha tre diffusori su ciascun lato, due dei quali sono woofer progettati per annullare le vibrazioni reciproche. Ciò consente al MacBook Pro di ottenere bassi più profondi di mezza ottava. Significa anche che gli altoparlanti possono diventare molto più rumorosi senza sembrare piccoli.

I dettagli dei relatori come questo spesso finiscono per essere solo marketing gobbledegook, ma non qui. Il laptop diventa super rumoroso e ha un'ottima separazione stereo. Non riempirà ancora una stanza come un altoparlante Bluetooth, ma impressionerà chiunque si trovi di fronte.

Apple ha anche migliorato il microfono: ora è un array "studio" a tre microfoni. Sicuramente suona meglio della maggior parte dei microfoni, compresi i microfoni "studio" di Microsoft sul Surface Laptop 3. È meno sibilante e un po 'meno eco alle mie orecchie. Ma nonostante le affermazioni di Apple, non regge ancora un microfono USB dedicato come un Blue Yeti.


Dopo la tastiera, l'altro consenso sul MacBook Pro da 15 pollici è che è stato strozzato termicamente. Il processore non è stato in grado di funzionare così velocemente come avrebbe potuto fare a causa di vari fattori di progettazione. L'estate scorsa, c'era un'altra preoccupazione iniziale che il processore fosse molto peggio di quanto avrebbe dovuto essere, provocando un rapido aggiornamento del software da parte di Apple per fornire una cosiddetta "chiave digitale mancante" nel firmware.

Penso che quei giorni siano alle nostre spalle. In entrambi i benchmark e molti test del mondo reale, il MacBook Pro da 16 pollici può mantenere velocità più elevate rispetto a prima e – penso, cosa più importante – lo fa in modo coerente.

Tutto ciò accade, grazie ad alcune modifiche progettuali che Apple ha apportato: ha aggiunto un dissipatore di calore più grande, ha cambiato il design della ventola per spostare più aria, ha reso il tutto leggermente più spesso e ha anche riorganizzato la scheda logica per ottimizzare la dispersione del calore. Apple afferma che tutte queste modifiche gli consentono di aumentare la potenza di 12 W nonostante il processore sia sotto carico.

Lascerò che altri gestiscano un benchmarking approfondito, ma noterò che, nei miei test, il MacBook Pro è stato leggermente migliore rispetto al modello dell'anno scorso rispetto ai test sui processori non elaborati. Cinebench 20 sulla mia unità di recensione Core i9 ha raggiunto i picchi di velocità turbo e poi si è stabilizzato su una 3.1GHz (800 MHz sopra la sua velocità "base" molto consistente) attraverso più test – ovvero era lo stesso nel primo test e nel quinto quando il laptop era caldo.

In un test più reale – un'esportazione molto complessa in Adobe Premiere Pro che ha richiesto circa mezz'ora per l'esecuzione – ho visto un miglioramento dal 3 al 5 percento rispetto a un modello del 2018 abbastanza comparabile (che è tecnicamente indietro di due generazioni, grazie a un aggiornamento del processore all'inizio di quest'anno). È un salto modesto, ma è anche completamente in linea con quello che ti aspetteresti dai miglioramenti anno su anno nei processori Intel combinati con i migliori termici di Apple.

Il software che sfrutta meglio la GPU vedrà miglioramenti molto maggiori in termini di prestazioni. Il nostro team di video non utilizza Final Cut X, ma Jonathan Morrison ha pubblicato un video su YouTube confermando che ci sono significativi miglioramenti di velocità su di esso. Allo stesso modo, nel benchmark integrato in Shadow of the Tomb Raider, Ho visto i frame rate con le impostazioni grafiche predefinite passare da circa 30 fps a quasi 60 fps in modo molto coerente.

In breve: le prestazioni sono lì, ma a meno che tu non sappia definitivamente che il tuo software può sfruttare appieno le nuove GPU nel nuovo MacBook, potresti non vedere miglioramenti che cambiano la vita.


C'è un universo alternativo in cui forse non mi sarei preso la briga di recensire il MacBook Pro da 16 pollici. In quell'universo, sarebbe stato un aggiornamento iterativo con uno schermo leggermente più grande, altoparlanti più belli e nuove opzioni per la scheda grafica. Quell'universo alternativo è quello in cui Apple non è partita per una ricerca Quixotic sottilissima. In quell'universo, la tastiera utilizzava sempre le forbici.

Ma in Questo universo, ecco la mia recensione: è il MacBook Pro che molte persone hanno tenuto duro. Ripristina le modifiche più sperimentali di Apple. La Touch Bar ha un tasto Esc accanto, il processore si raffredda meglio a scapito della magrezza e la tastiera è (quasi sicuramente) affidabile.

È il MacBook Pro senza drammi. E grazie a Dio per questo perché per le persone che desiderano un laptop Mac di grande schermo e di grande potenza, è anche l'unica opzione in circolazione. Quest'anno è molto bello.

Vox Media ha partnership affiliate. Questi non influenzano il contenuto editoriale, sebbene Vox Media possa guadagnare commissioni per i prodotti acquistati tramite link di affiliazione. Per ulteriori informazioni, vedere la nostra politica etica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.