Come scegliere la TV giusta per la tua casa


L'acquisto di una nuova TV può sembrare un'esperienza singolarmente stressante per una serie di motivi. La maggior parte delle persone tende a tenere la TV molto più a lungo di, diciamo, terrà un telefono, quindi sembra che ci sia più pressione per fare la scelta giusta. C'è anche una quantità terrificante di gergo da setacciare, con poche informazioni reali su quali funzionalità effettivamente portano a una migliore esperienza visiva.

Sfortunatamente, non esiste una formula perfetta per acquistare la TV giusta. Come con i telefoni, non puoi semplicemente guardare il foglio delle specifiche di una TV e sapere come sta andando. Anche se tu potessi, le esigenze della TV di tutti sono diverse.


Foto di James Bareham / The Verge

Potresti provare a trovare una recensione online – ci sono alcuni fantastici siti specializzati in recensioni TV come Rtings e HDTVTest – ma sebbene siano utili, è impossibile per loro coprire tutto. E anche controllare una TV in uno showroom non ti dà tutta la storia di come un set si esibirà nella tua casa.

Quindi, invece, ciò che faremo con questa guida è presentarti a tutte le funzionalità chiave dei moderni televisori. Definiremo quali funzioni potrebbero essere importanti per te e quali probabilmente sei sicuro di ignorare. Pensa a questa guida come a un glossario: non conterrà tutte le risposte, ma dovrebbe fornirti le conoscenze necessarie per prendere una decisione migliore per te.

Di quale risoluzione ho bisogno?

Se acquisti una TV nel 2019, probabilmente dovresti acquistare un set 4K. Questi televisori hanno una risoluzione di 3840 x 2160 pixel, che è sufficiente per adattarsi a quattro pixel da 1080p. Se stai acquistando una TV più piccola sotto i 40 pollici, potresti scoprire di essere in grado di acquistare solo un modello 1080p, ma se è un'opzione e il tuo budget lo consente, allora dovresti assolutamente optare per il 4K.

Ci sono grandi discussioni in corso sul fatto che il tuo cervello possa effettivamente percepire la piena risoluzione 4K ai tipi di distanze da cui le persone guardano la TV. Ma onestamente, queste conversazioni non sono produttive. I TV 4K non hanno solo più pixel; tendono anche ad avere gamme dinamiche e gamme di colori più ampie, il che rende le esperienze visive migliori, indipendentemente da dove ti siedi o da quanto è grande la tua TV.

Forse ad un certo punto in futuro, passeremo a 8K (quattro volte più di 4K), ma quel futuro è così lontano che non ha molto senso cercare di provare te stesso acquistando un set 8K ora. Certo, forse un giorno sarai in grado di guardare contenuti 8K su di esso. Ma a quel punto, probabilmente ci saranno altre cose obsolete sulla tua TV, che si tratti delle porte che utilizza, delle app che esegue o di altre funzionalità future che non sono ancora emerse.

Qual è la taglia migliore?

Esistono varie formule che sono consigliate per scegliere la TV della dimensione migliore per la tua casa. Samsung, ad esempio, consiglia di acquistare un televisore con una distanza di visualizzazione diagonale di metà della distanza di visualizzazione in pollici. Quindi, se ti siedi a 10 piedi (120 pollici) di distanza dalla tua TV, allora vorresti una TV da 60 pollici.

Ma è più complicato di così, come può testimoniare chiunque abbia un salotto minuscolo o di forma strana. A volte hai solo bisogno di qualcosa di un po 'più piccolo, indipendentemente da quanto sei lontano dalla TV.

La sfortunata realtà è che molti marchi televisivi tendono a dare la priorità ai loro set più grandi per le loro tecnologie più avanzate prima di consentire a quelle funzionalità di passare ai set più piccoli e più economici. I TV OLED (che vedremo nella prossima sezione) sono un buon esempio. Al momento, non sono attualmente disponibili in qualsiasi dimensione inferiore a 55 pollici, anche se ci sono indicazioni che questo potrebbe cambiare in futuro.

Quindi, se il budget e lo spazio lo consentono, spesso vale la pena sbagliare sul lato più ampio quando si acquista una TV.

OLED o LCD o QLED?

Una delle decisioni più importanti che devi prendere quando acquisti un televisore è il tipo di pannello che desideri. In questi giorni, la tua scelta è fondamentalmente tra OLED e LCD. (Quest'ultima è una categoria che include anche QLED.) I televisori al plasma non sono in circolazione da almeno mezzo decennio e è improbabile che i set MicroLED siano ampiamente disponibili per anni.

OLED è generalmente considerato come il più premium delle due tecnologie, anche perché, nella maggior parte dei casi, è molto più costoso. Poiché non ha una retroilluminazione, ogni pixel è in grado di emettere la propria luce o spegnersi completamente. Questo dà ai display OLED livelli di nero davvero scuri, che offrono un grande senso di profondità. Inoltre, gli angoli di visione sui televisori OLED sono eccellenti.

La cosa bella degli OLED è che praticamente ogni modello sul mercato, indipendentemente dal produttore, utilizza gli stessi pannelli prodotti da LG Display. Ciò significa che la qualità delle immagini è sempre buona, indipendentemente dalla TV OLED del produttore che acquisti. La qualità dell'immagine non è identica, ovviamente, ma a meno che termini come "mappatura dei toni" e "gestione del movimento" non significino qualcosa per te, è improbabile che ti interessi troppo alle distinzioni. Il bar è generalmente molto alto per gli OLED.


I TV OLED possono diventare incredibilmente sottili, come la serie di TV "wallpaper" di LG.
Foto di James Bareham / The Verge

Ma non sono perfetti. Gli OLED non possono diventare più luminosi degli LCD, il che significa che possono risentire maggiormente dei riflessi nelle stanze luminose. Probabilmente sentirai anche parlare di un problema chiamato "burn-in", ovvero quando un'immagine mostrata su una TV OLED per lunghi periodi può essere "incisa" permanentemente sulla TV. Tuttavia, Rtings’ ultimo rapporto afferma che questo non sarà un problema per la maggior parte delle persone, a meno che tu non sia qualcuno che guarda molti contenuti simili nel tempo, come un canale che ha sempre lo stesso logo nello stesso posto sullo schermo.

La stragrande maggioranza delle TV sul mercato oggi sono LCD. La qualità varia molto di più tra i televisori LCD e ci sono anche diversi tipi che vale la pena capire. Quando si tratta di TV LCD, i produttori tendono a utilizzare pannelli IPS o VA. I pannelli IPS hanno angoli di visualizzazione migliori e i pannelli VA hanno un contrasto migliore. (I pannelli TN sono comuni nei monitor per PC, ma non credo di averli mai visti usati in TV.)

A volte vedrai TV LCD chiamate TV LED, ma a questo punto i due termini sono abbastanza intercambiabili. Una TV a LED significa solo che utilizza una serie di luci a LED come retroilluminazione per illuminare il suo strato LCD e, su alcuni modelli, questi ridurranno selettivamente le parti dell'immagine per ottenere un migliore contrasto tra le aree chiare e scure. (Questo è particolarmente importante per i contenuti HDR, di cui parlerò tra poco.) I televisori a retroilluminazione diretta a LED (aka oscuramento locale full-array) sono meglio dei televisori con retroilluminazione dei bordi qui, e più sono le "zone di attenuazione" che hanno , meglio è. La TV Z9D di Sony, ad esempio, ha oltre 600 singole zone di oscuramento, ma è molto più comune vedere TV con un centinaio o meno. In generale, qualsiasi cosa sopra le 50 zone di attenuazione è buona.

Infine, ci sono televisori QLED, che tendono ad avere un prezzo comparabile con i televisori OLED. Questi sono fondamentalmente ancora TV LCD e usano ancora una retroilluminazione, ma si basano su punti quantici per produrre i loro pixel, che secondo il produttore Samsung significa che i suoi televisori sono più luminosi e mostrano colori più vivaci. Non riescono a raggiungere gli stessi livelli di nero dei televisori OLED (dopo tutto usano ancora la retroilluminazione), ma i televisori QLED eccellono nei salotti luminosi a causa della maggiore quantità di luce che sono in grado di emettere. Allo stesso modo in cui LG produce pannelli OLED, Samsung vende questi pannelli ad altri produttori di TV da utilizzare.

Non ho intenzione di affermare che OLED o QLED siano la migliore tecnologia premium; entrambi hanno punti di forza diversi a seconda della luminosità della tua stanza. I TV LCD possono comunque apparire sbalorditivi, ma variano molto di più a seconda del tipo di pannello e del tipo di retroilluminazione che utilizzano.


I televisori Samsung eseguono il sistema operativo Tizen.
Immagine: Samsung

E il sistema operativo?

In questi giorni, quasi tutte le TV sono smart TV. Ma ci sono molte differenze tra i sistemi operativi di ogni TV e quali app sono disponibili per loro. I TV Sony funzionano con Android, Samsung usa Tizen, LG usa webOS, TCL e Hisense usano Roku TV, e c'è anche il sistema operativo Fire TV di Amazon, integrato in alcuni televisori Toshiba e Insignia.

Quindi ci sono molte scelte là fuori. Una cosa da sapere è che nessuno di questi sistemi operativi è un incidente d'auto completo che dovrebbe essere evitato ad ogni costo. Un approccio consiste nel determinare su quali servizi di streaming ti affidi di più e assicurarti che siano disponibili per il sistema operativo di tua scelta. E se la tua scelta non è disponibile, non è la fine del mondo se devi acquistare una casella di streaming esterna. È un po 'più complicato dover destreggiarsi tra due telecomandi, ma non è certo un problema.

Tieni presente che i servizi di streaming più recenti come Disney + tenderanno a venire in streaming box prima che vengano incorporati nei televisori. Quindi potresti dover usare un accessorio, anche se hai il sistema operativo TV più completo.

Di quali funzionalità TV hai veramente bisogno?

I quattro principali fattori che definiscono i moderni televisori sono risoluzione, dimensioni, tipi di pannelli e sistemi operativi. Tuttavia, ci sono molti altri termini che ti imbatterai mentre navighi negli elenchi TV. La prossima sezione tenterà di spiegare il più importante di questi, oltre a delineare quando potresti voler prestare attenzione a una funzionalità e quando può essere tranquillamente ignorata.

HDR

L'HDR o High Dynamic Range è una funzione che è diventata maggiorenne contemporaneamente ai televisori 4K. In sostanza, i televisori HDR sono in grado di visualizzare una gamma più ampia di luminosità rispetto ai televisori Standard Dynamic Range (SDR), passando dai neri più scuri ai bianchi più luminosi. Se fatto bene, questo conferisce un'immagine più vibrante e incisiva e, a seconda del contenuto, può avere più di un vantaggio sull'aspetto di un'immagine rispetto al 4K.

Per la migliore esperienza HDR, avrai bisogno di una TV HDR che riproduca contenuti HDR. Simile al modo in cui i televisori 4K possono convertire i contenuti in 1080p, alcuni televisori HDR possono potenziare i SDR, con vari gradi di successo. Puoi trovare contenuti HDR sulla maggior parte dei principali servizi di streaming, inclusi Netflix e Amazon Prime Video.

Esistono diversi formati HDR da tenere in considerazione. La linea di base è HDR10, che è il minimo che dovresti optare per. L'HLG (Hybrid Log-Gamma) è importante anche se vuoi rendere la tua TV a prova di futuro, in quanto questo è il formato in cui i contenuti HDR verranno infine trasmessi via etere.

Dolby Vision e HDR10 + sono standard HDR più avanzati. Aggiungono il supporto per qualcosa chiamato "metadati dinamici", che avvantaggia qualsiasi film o programma TV che contenga sia scene molto luminose che scene molto oscure. Dolby Vision è il più comune dei due, e la competizione tra loro è stata caratterizzata come una guerra in mini formato.

Metterei il supporto Dolby Vision nella categoria "bello da avere". È un miglioramento, ma è più marginale rispetto al passaggio all'HDR in primo luogo. Considerando la mancanza di contenuti HDR10 + al momento, non penso che sia qualcosa che dovrebbe essere in cima alla lista delle priorità.

Se stai cercando contenuti Dolby Vision, allora c'è molto da trovare su Netflix, Amazon Prime, Vudu e Apple TV +. I contenuti di HDR10 + si trovano principalmente su Amazon per ora. Entrambi i formati possono essere trovati anche su dischi Blu-ray Ultra HD, ma Dolby Vision è molto più comune lì.

La cattiva notizia è che la qualità dell'HDR di una TV può essere fastidiosamente difficile da quantificare. Ci sono molti televisori orribili che tecnicamente faranno HDR e sono felici di vantarsene. I migliori televisori HDR sono in grado di diventare davvero luminosi e possono produrre livelli di nero davvero scuri, ma è raro che i produttori forniscano questo tipo di informazioni nelle loro specifiche pubblicamente disponibili. Cerca la massima luminosità di un televisore elencato in "nits", dove 1.000 nits sono considerati una buona base per l'HDR su un display LCD, mentre gli OLED tendono a raggiungere il massimo a poco più di 500 Non preoccuparti, tuttavia, l'HDR è altrettanto buono (se non migliore) a causa dei livelli di nero più scuri.

In breve: HDR10 buono, Dolby Vision migliore e non tutti i televisori HDR sono uguali.

HDMI

Negli ultimi dieci anni, HDMI è stato l'unico connettore di cui hai davvero bisogno sul retro della TV. Ma con l'aumentare della risoluzione dello schermo e lo sviluppo di nuove funzionalità, sono state sviluppate numerose nuove versioni di HDMI.

Se stai acquistando una TV 4K, la maggior parte dei set in questi giorni arriverà con porte HDMI versione 2.0. Questa è la versione HDMI attualmente utilizzata dalla maggior parte degli accessori. Può fare contenuti 4K a 60 frame al secondo, e va bene per la maggior parte delle persone.

Se vuoi mettere a prova di futuro il tuo set, o se prevedi di fare molti giochi sulla tua TV, allora vale la pena tenerne d'occhio uno con porte HDMI 2.1. Questo standard ha una serie di nuove funzionalità, tra cui il supporto per le frequenze di aggiornamento variabili (VRR), una tecnologia che riduce lo strappo dello schermo quando giochi. Non è così importante al giorno d'oggi poiché l'unico dispositivo di consumo che lo utilizza è Xbox One X. Ma con una nuova generazione di console in arrivo il prossimo anno, potrebbe cambiare molto presto.

Riassumendo: HDMI 2.1 è eccezionale se vuoi essere a prova di futuro, ma per ora, HDMI 2.0 è tutto ciò che serve alla maggior parte delle persone.


Una soundbar esterna è quasi sempre migliore dell'audio incorporato di una TV.

Suono

Il suono è un aspetto dei televisori che non è molto discusso, ed è probabilmente perché la maggior parte dei televisori moderni è terribile. A meno che tu non stia acquistando una TV con una soundbar integrata o un altoparlante frontale, è probabile che sia nascosta e produca suoni sparando verso il basso dalla parte posteriore del set.

Le soundbar e le basi audio sono un ottimo aggiornamento per l'audio della TV e i modelli più moderni tendono a connettersi tramite HDMI utilizzando quello che viene chiamato un canale di ritorno audio (HDMI-ARC).

Quindi, se ti interessa il suono, allora prendi una TV con un altoparlante o soundbar frontale incorporato, oppure assicurati che abbia una porta HDMI-ARC in modo da poter usare un altoparlante esterno. Il supporto HDMI-ARC per il passthrough Dolby Atmos è bello da avere, ma è rilevante solo se il tuo sistema di altoparlanti supporta lo standard audio.

Dovrei comprare una TV curva?

LOL no. Oh, e mentre ci siamo, non perdete tempo a cercare una TV 3D. La maggior parte dei produttori ha smesso di produrre entrambi questi anni fa.

Quanto dovrei aspettarmi di pagare?

Questa sarà la parte più controversa di questa guida e non c'è una risposta facile. Se stai ricevendo una TV di fascia alta, il segno di $ 1.000 è un buon punto di partenza. Questo è il prezzo a cui i TV OLED da 55 pollici sono noti per scendere in una buona vendita, e puoi anche ottenere un ottimo LCD a questo prezzo.

Se inizi a diventare più economico, insorgono i compromessi. Non diremmo che esiste un minimo minimo per quanto dovresti pagare per una TV, ma presta molta attenzione alle sue specifiche una volta scesi a $ 500 o meno.

D'altra parte, se stai cercando di risparmiare, acquistare una TV modello leggermente più vecchia può essere un'ottima opzione. I televisori 4K HDR sono ormai la norma da alcuni anni e, a meno che tu non abbia assolutamente bisogno di nuove funzionalità come HDMI 2.1, non stai sacrificando troppo se acquisti la TV dell'anno scorso. Tieni presente che potresti non ricevere tanti anni di supporto dalle tue app. L'app aggiornata di Hulu ha recentemente abbandonato il supporto per almeno un LG OLED 2016, per esempio. In tal caso, è intelligente prevedere un set-top box, come un Roku, Fire TV o Apple TV, oltre alla tua nuova TV.

Conclusione

Mi piacerebbe poterti dire che esiste una combinazione magica di specifiche che puoi cercare per garantire che stai acquistando una buona TV. Ma sfortunatamente, c'è molto sulla qualità della TV che non può essere quantificato in una scheda tecnica. I televisori LCD vanno dall'atroce al sublime e le prestazioni HDR sono così nebulose che devi davvero vederlo da solo.

Ma con abbastanza recensioni di prima mano e una comprensione delle caratteristiche che dovresti cercare, dovresti essere più che attrezzato per trovare qualcosa che ti durerà per la parte migliore di un decennio.

Vox Media ha partnership affiliate. Questi non influenzano il contenuto editoriale, sebbene Vox Media possa guadagnare commissioni per i prodotti acquistati tramite link di affiliazione. Per ulteriori informazioni, vedere la nostra politica etica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *