I piccioni potrebbero perdere le loro dita dei piedi a causa di un capello umano


Gli uccelli, comune in grandi città come Parigi e Londra, possono essere visti spesso fatica a camminare a causa della mancanza di dita dei piedi e piedi deformi.

Ora un team di ricercatori della capitale francese hanno fornito un’interessante spiegazione al fenomeno.

Precedenti ricerche avevano suggerito piccioni perdere le dita dei piedi a causa di infezioni o di inquinanti chimici, ma un nuovo studio condotto da scienziati del Museo Nazionale di Storia Naturale (MNHN) e l’Università di Lione suggerisce che i capelli umani possono, infatti, essere un colpevole.

Studio co-autore Frédéric Jiguet, di MNHN, ha detto alla CNN che si avvicinò con l’idea per lo studio dopo aver notato mutilati piccioni come ha camminato attraverso il Jardin des Plantes, un giardino botanico, a Parigi.

“I piccioni hanno una pessima reputazione a Parigi, e in realtà ovunque nel mondo,” ha detto Jiguet.

“Le persone si confondono, pensano che i piccioni sono sporchi perché vedono vagare con monconi per le gambe, vagando per la spazzatura”.

Tuttavia, gli uccelli sono in realtà “vittime dell’inquinamento, della nostra attività”, ha detto Jiguet.

Decine di 'decorata' uccelli trovati morti in Nuova Zelanda

I ricercatori hanno studiato la misura di pigeon toe mutilazioni a 46 siti in giro per la capitale francese.

Jiguet e il team ha scoperto che punta mutilazione “tendeva ad aumentare con la densità dei parrucchieri,” secondo lo studio.

Jiguet ha detto piccioni potrebbe perdere cifre che ottenere bloccato nei capelli umani, un fenomeno noto come “stringfeet.”

“Quando si cammina, si può inciampare su di stringhe o dei capelli,” ha detto.

“La stringa potrebbe cadere, ma a volte si forma un nodo intorno ad un dito del piede, e alla fine la punta muore e cade.”

I piccioni hanno anche un minor numero di dita dei piedi nelle zone con più aria e l’inquinamento acustico, fornendo un utile indicatore per la qualità dell’ambiente urbano.

Jiguet detto che lo studio ha mostrato “più attività umana, in una zona, meno le dita dei piedi piccioni sono” e “più spazi verdi, più le dita dei piedi hanno.”

“Sarebbe interessante guardare in tutte le principali città del mondo, a guardare quante dita piccioni hanno per valutare la qualità dell’ambiente e dell’inquinamento”, ha aggiunto Jiguet.

Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Biological Conservation.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *