Arte italiana, la polizia arresta 23 su reperti di traffico | notizie dal Mondo


Arte italiana, la polizia ha cercato di case e immobili in quattro paesi, tra cui gran Bretagna, e ha arrestato 23 persone con l’accusa di traffico di reperti archeologici rinvenuti.

Il Comando per la Tutela del Patrimonio Culturale, un ramo dell’arma dei carabinieri responsabile per la lotta contro l’arte e le antichità crimini, credo che i sospetti sono membri di una banda di criminali che operano in Calabria che, vittime di tratta, oggetti antichi, come antichi vasi, gioielli e vasi da il 4 ° e il 2 ° secolo AC e il valore di milioni di euro.

Dario Franceschini, la cultura italiana, il ministro, ha detto che l’operazione ha portato al recupero di migliaia di reperti che è venuto dal commercio illegale di scavi archeologici in Calabria. Gli elementi sono stati poi esportati in paesi al di fuori dell’Italia, tra cui Germania, gran Bretagna, Francia e Serbia.

Un ricercatore confermato al Guardian che una casa abitata da un sospetto membro del traffico, l’anello è stato cercato, lunedì mattina, nella zona della grande Londra.

Franceschini ha detto l’indagine è stata supportata dal Metropolitan police di Londra, la polizia criminale del Baden-Württemberg e francese e forze serbe.

Secondo la polizia italiana, i funzionari, gli oggetti sono stati rubati con i bulldozer che, scavato crateri diversi metri di profondità nelle aree all’interno delle province di Crotone e Catanzaro. I ladri poi utilizzati sofisticati rilevatori di metalli per setacciare la zona.

“Il furto di reperti furono infine trasferito all’estero dove sono stati messi all’asta in importanti case d’asta internazionali e venduti a cifre altissime,” ha detto gli investigatori in una conferenza stampa a Crotone.

Alcuni dei manufatti, tra cui vasi e vasi dell’antica Grecia, sono stati trovati anche nelle case degli uomini arrestati, che sono tutti italiani.

Il Comando per la Tutela del Patrimonio Culturale è stato operativo dal 1969, per difendere il patrimonio culturale dell’Italia. Per 50 anni, questa squadra speciale – soprannominato monuments Men, dopo George Clooney film basato su allied gruppo di investigatori che durante la seconda guerra mondiale è stato dato il compito di trovare e salvare opere d’arte prima che i Nazisti hanno rubato loro – ha rintracciato furto di dipinti e di statue nel paese con il più alto numero di furti d’arte in tutto il mondo.

Secondo le più recenti rubato opere d’arte bollettino rilasciato dai carabinieri, nel solo ultimo anno 8,405 elementi sono scomparsi in Italia. Questi includono i reperti archeologici, armi antiche e di testi medievali. Statue e i dipinti sono stati presi da chiese, che spesso non dispongono di sistemi di sicurezza.

Nonostante i carabinieri’srecord di recuperare più di 3m di oggetti d’arte e di archeologia, di oltre 1 milione di pezzi d’arte sono ancora mancanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *