Secondo quanto riferito, Apple pianifica il rilascio del primo auricolare AR, seguito dagli occhiali AR


Apple prevede di rilasciare le sue prime cuffie con realtà aumentata nel 2022, seguite da un dispositivo più piccolo – un paio di occhiali AR – nel 2023, secondo un nuovo rapporto da L'informazione.

L'entrata di Apple nel mondo della realtà aumentata è stata a lungo diffusa voce, con molti nel mondo della tecnologia che vedono AR e VR come le prossime grandi piattaforme dopo il cellulare. Ma una data di entrata esatta non è chiara, con alcuni analisti che suggeriscono un lancio nel 2020. Citando le presentazioni interne fatte presso la sede di Apple, L'informazione spinge questa diceria cronologica al 2022, presumibilmente a causa di difficoltà nello sviluppo della tecnologia.

Oltre alla nuova sequenza temporale, L'informazioneIl rapporto offre nuovi dettagli sull'auricolare AR di Apple, nome in codice N301. Il dispositivo assomiglia a una versione più sottile di Oculus Quest, una cuffia per realtà virtuale rilasciata a maggio. Ha funzionalità AR e VR, utilizza telecamere esterne per mappare l'ambiente circostante dell'utente (inclusi i contorni di persone, mobili e stanze) e ha un display ad alta risoluzione per mostrare informazioni e fondere oggetti virtuali con il mondo reale. Ai dipendenti è stato detto che l'azienda avrebbe contattato gli sviluppatori per creare software per l'auricolare dal 2021.

Dopo che Apple ha realizzato questo auricolare più grande, prevede di rilasciare un paio di occhiali AR più piccoli. A differenza delle cuffie, queste saranno progettate per essere indossate per lunghi periodi di tempo, con L'informazione riferendo che "i prototipi attuali sembrano occhiali da sole costosi con montature spesse che ospitano la batteria e i chip", secondo una persona che ha visto i prototipi. Secondo quanto riferito, Apple ha anche esplorato obiettivi che si scuriscono durante il funzionamento, per segnalare agli osservatori che l'utente è altrimenti occupato.

Tim Cook, CEO di Apple, ha precedentemente detto che considera la realtà aumentata come "una grande idea, come lo smartphone", racconta L'indipendente nel 2017: "Lo smartphone è per tutti, non dobbiamo pensare che l'iPhone riguardi un determinato mercato demografico, o paese o verticale: è per tutti. Penso che l'AR sia così grande, è enorme. "

Gli occhiali AR di Apple sembrano progettati per mantenere questa promessa L'informazione riferendo che i senior manager hanno affermato di credere che il dispositivo soppianterà l'iPhone tra circa un decennio.

Con la maturità del mercato degli smartphone, Apple e molte altre società tecnologiche stanno cercando la realtà virtuale e aumentata come le prossime grandi piattaforme tecnologiche. Il produttore di iPhone ha accumulato risorse in questo settore per anni, acquistando tecnologia da aziende più piccole e dedicando più dipendenti al progetto. Anche rivali come Facebook, Microsoft e Google hanno investito molto in questo settore attraverso progetti come HoloLens e Oculus.

Tuttavia, la realtà virtuale e aumentata hanno dimostrato terreno difficile per lo sviluppo, con hardware ingombrante e esperienze utente deludenti che ostacolano la crescita. Proprio il mese scorso Google ha effettivamente concluso l'esperimento Daydream, che ha utilizzato i telefoni per alimentare gli auricolari VR, citando la mancanza di adozione da parte degli sviluppatori e il "calo dell'utilizzo" da parte dei clienti. In questo contesto, sembra saggio che Apple prenda il suo tempo piuttosto che correre sul mercato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *