Il fallimento dell'auto a guida autonoma di Uber, il debutto di Polestar e altre notizie sulle auto questa settimana


Gli errori accadono. Ma questa settimana, quando la National Transportation Safety Board ha pubblicato più di 40 documenti relativi all'incidente del 2018 in cui un Uber a guida autonoma ha ucciso un pedone, è diventato subito chiaro che il termine "errore" potrebbe essere generoso. Secondo gli investigatori, la struttura organizzativa di Uber non è stata costruita per rilevare errori di sicurezza e il suo software includeva evidenti buchi di sicurezza. Come se le macchine fossero esplicitamente programmate per non reagire a un incidente in arrivo per lo spazio di 1 secondo, apparentemente perché il software vedeva così tanti "fantasmi" che gli ingegneri sembravano più preoccupati per la frenata brusca per nessun motivo se non perché il veicolo stava per colpire qualcosa. O che alla macchina non è stato "insegnato" di riconoscere i pedoni al di fuori delle strisce pedonali. È roba brutta.

Fortunatamente, non tutto è stato orribile nel mondo dei trasporti questa settimana. Il governo federale sembra prendere sul serio la sicurezza dei ciclisti (anche se ha del lavoro serio da fare), e dobbiamo fare un giro per la coupé Polestar 1, ibrida, da gran turismo. È passata una settimana; ti facciamo prendere.

Notizie

Storie che potresti aver perso da WIRED questa settimana

Hot Take della settimana

Il premio va a questo USA oggi comunicato, che riaccende una lotta estremamente controversa e poi fa una cosa pericolosa e prende una parte. La domanda: si ha il diritto di reclinare il proprio posto su un aereo? Il risultato: assolutamente no. "La reclinazione dei posti è un problema morale", dice un blogger alla pubblicazione. Per favore, inoltra le e-mail dei tuoi lettori arrabbiati a loro, non a noi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *