A Roma, Matteo Salvini è riuscito a raccogliere tutte le linee dietro lo striscione


“Saremo di nuovo al governo, e ci andrò per la porta,” ha assicurato il leader di estrema destra, di fronte a decine di migliaia di persone.

Da Olivier Bonnel Pubblicato il 20 ottobre 2019 per 05h24 – aggiornato il 20 ottobre 2019 a 20h36

Tempo Lettura di 3 min.

Articolo riservato agli abbonati

Matteo Salvini prende un bagno di folla durante una manifestazione dell'opposizione di destra, a Roma, il 19 ottobre.
Matteo Salvini prende un bagno di folla durante una manifestazione dell’opposizione di destra, a Roma, il 19 ottobre. REMO CASILLI / REUTERS

Il clamore eco nel marmo della facciata della basilica di San Giovanni in Laterano, quando egli è venuto sulla scena, davanti ad un mare di bandiere, e schermi giganti. Di fronte all’imponente basilica di cuore di Roma, il leader della Lega (di estrema destra) Matteo Salvini ha raccolto le sue truppe, sabato 19 ottobre, nel pomeriggio, e più in generale l’opposizione di destra al governo di Giuseppe Conte.

Un mese e mezzo dopo la formazione di un’alleanza tra il Partito democratico (PD, centro-sinistra) e il Movimento 5 stelle (M5S, populista, antisystème), colui che divenne il leader dell’opposizione, dopo la crisi politica dell’estate aveva fatto questo grande evento, la prima manifestazione nazionale per la promessa di “tornare a casa “ i suoi ex alleati al potere il più a sinistra.

Con decine di migliaia di Italiani che si sono incontrate da tutte le parti della penisola, gli organizzatori hanno annunciato che 200 000 persone – la scommessa è riuscita a M. Salvini. Questo incontro, organizzato sotto un bel sole di ottobre è principalmente il risultato del potere di organizzazione della Lega, che aveva mobilitato più di 400 posti auto e circa una dozzina di treni per la capitale. In mezzo alla folla, di diverse generazioni, che unisce i nostalgici del berlusconisme per pistole giovani della Lega, cap “il capitano “ (questo è il soprannome di Matteo Salvini) avvitato sulla testa, giù per gli attivisti del ultradroite radicale di CasaPound.

Articolo riservato ai nostri abbonati Leggi anche In Italia, Matteo Salvini tenta di tornare alle loro radici, per rassicurare la sua base e guarire le sue ferite

Silvio Berlusconi questa

Chiamato intorno lo slogan “Orgoglio italiano “l’evento aveva l’ambizione di riformare l’ala destra della coalizione di riunire la Lega, il partito di Forza Italia di Silvio Berlusconi e Fratelli d’italia, formazione postfasciste di Giorgia Meloni. Con il 37 % dei voti, aveva trionfato nelle elezioni legislative del marzo 2018, prima del M5S. “Oggi, è il diritto di chi è più forte in questo paese e non è lei che è al timone, cercare l’errore “respiro Enrico, un ingegnere informatico. Sventolando una bandiera contrassegnati con il logo di Fratelli d’italia, ha fatto il viaggio dalla Calabria con la sua fidanzata.

Prima di salire sul palco, Matteo Salvini, ha mandato i suoi luogotenenti a ripetere gli slogan del partito di estrema destra. “Il Parlamento non rappresenta più il popolo ! “, lanciato il senatore léguiste Alberto Bagnai, innescando chiamate per le elezioni in mezzo alla folla. Rappresentanti eletti locali, sindaci e governatori della Lega o di Forza Italia, sono riusciti prima che i leader politici non passano dietro il microfono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *