Il Guardiano vista ‘idoli pagani’ in Vaticano: la cultura della chiesa guerre dovrebbe riguardare tutti noi | Editoriale | Parere


Tha radici della parola “cattolica” torna per l’aggettivo greco καθολικόςche si traduce approssimativamente come “universale”. Quando ci viene detto che una persona è cattolica gusti, li capiamo di avere grandi interessi che non sono riservato allo da pregiudizi e dogmi secolari. Ma come cattolico dovrebbe chiesa Cattolica consentire a se stesso di essere? Un po ‘ sotto la secolare radar, Papa Francesco ha ingarbugliata in un’altra disputa amara con i tradizionalisti nella sua chiesa. Questa volta, oggetto di controversia sono stati cinque piccoli e piuttosto bella Amazzonica fertilità figure, che sono diventati noti come la Pachamama (la Madre Terra) statue. Raffigurante un nudo di donna incinta, in ginocchio, in apparente contemplazione, che è apparso questo mese un servizio di preghiera con il papa nei giardini Vaticani, alla vigilia del Sinodo dei Vescovi per l’Amazzonia. Era troppo per militanti Cattolici conservatori, che si lamentava di questo uso di “idoli pagani”. Replica statue visualizzati in una chiesa di Roma sono stati rubati e gettati nel Tevere.

La chiesa Cattolica ha una lunga tradizione di integrare e adattare diverse forme di fede e pratica da tutto il mondo. Spesso descritto come “inculturazione”, nel peggiore dei casi questo approccio può diventare una forma di pluralismo religioso. Al suo meglio, significa una fedeltà alla chiesa convinzione che Dio è presente in tutte le culture umane; la convinzione che la vocazione ultima dell’umanità “è uno”, tuttavia diversificato la sua miriade di culture. Il Vaticano ha detto le statue sono un “simulacro della maternità e della sacralità della vita”.

Papa Francesco ha chiesto scusa a nome di Roma per maltrattamento di figurine, che sono stati recuperati dalla polizia dal Tevere. Ma teologico conservatore, il Cardinale Gerhard Müller, ha difeso il vandalismo dicendo: “Il grande errore è stato quello di portare gli idoli nella chiesa, non per metterli fuori.” Wilder critica, non per la prima volta, hanno etichettato il pontefice il “primo post-Cristiana, papa”.

La controversia potrebbe sembrare un po ‘ vecchiotto. Ma le battaglie che Papa Francesco è costretto a combattere nella Città del Vaticano sono infiltrando in pubblica piazza. Come con i migranti di crisi, in cui il papa ha appassionatamente difeso i diritti dei rifugiati, essi incarnano una lotta etica che è alla guida dell’occidente e l’approfondimento della cultura guerre. Il papa è regolarmente denunciata dai Cattolici conservatori come “globalista” e religiosa relativista che vuole trasformare la chiesa in una sorta di ecclesiastici versione dell’ONU. Un eminente critico Americano utilizzate la Pachamama episodio a denunciare “insensata del multiculturalismo”.

Questa visione teologica è di informare alcuni dei peggiori, più xenofobo politica in Europa, almeno non in Italia. È fornire un ambiente spirituale in gomma-timbro per una nuova politica dell’insularità. La presunta necessità di difendere La “cultura cristiana” è un pretesto per reazione crociata contro i migranti, i Rom, cittadini LGBT e di altre minoranze. Inculturazione, praticato con cura, è una dottrina di umiltà. Si prende atto che nessuna cultura o tradizione ha un unico accesso per il vero e il bene, rendendo il caso per la tolleranza e apertura alla differenza. I cristiani, agnostici e atei di buona volontà dovrebbero difendere questo tipo di pensiero. Il “Pachamamas” non è stato visto in pubblico da quando erano ripescato nel Tevere. Essi devono essere posizionati di nuovo sul display presto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *