Italia a mettere sostenibilità e clima al cuore di apprendimento nelle scuole | sviluppo Globale


Italia è quello di diventare il primo paese al mondo a rendere la sostenibilità e la crisi climatica materie obbligatorie per i bambini in età scolare.

Le scuole statali iniziare a incorporare la UNITE il 2030 agenda per lo sviluppo sostenibile in quanti più soggetti possibili a partire da settembre, con un’ora alla settimana dedicata a temi come il riscaldamento globale e gli esseri umani’ influenza del pianeta.

Di altri soggetti, tra cui la geografia, la matematica e la fisica, sarà anche insegnato dal punto di vista della sostenibilità, ha annunciato Lorenzo FioramontiIn italia , il ministro dell’istruzione.

“L’intero [istruzione] ministero è stato modificato per rendere la sostenibilità e il clima al centro del modello di educazione”, ha detto Fioramonti, un ex professore di economia, che è stato criticato all’inizio di quest’anno per incoraggiare gli studenti ad abbandonare la scuola a prendere parte in un clima di proteste.

“Voglio rendere il sistema scolastico italiano, il primo sistema di istruzione che pone l’ambiente e la società alla base di tutto quello che si impara a scuola”.

Fioramonti, un membro della pro-ambiente Movimento Cinque Stelleè il governo più agguerrito sostenitore di politiche “verdi” e in precedenza è venuto sotto il fuoco per proporre le tasse sui biglietti aerei, plastica e alimenti zuccherati, al fine di generare fondi per l’istruzione e il benessere.

Tuttavia, il governo 2020 il bilancio, presentato al parlamento questa settimana, inclusa una tassa su di plastica e di bevande zuccherate.

Fioramonti ha detto che, nonostante l’opposizione iniziale per le sue idee, il governo sembrava sempre più investito in politiche più verde.

“Mi è stato ridicolizzato da tutti e trattato come un idiota del villaggio, e ora un paio di mesi più tardi, il governo è l’utilizzo di due di quelle proposte e mi sembra che le persone sono sempre più convinto che sia la strada da percorrere.”

Le indagini hanno dimostrato che l ‘ 80% degli Italiani torna a tassare zucchero e voli, ma l’industria dei produttori di opporsi in plastica fiscale, sostenendo la “misura penalizza i prodotti, non il comportamento, e rappresenta solo un modo per recuperare risorse, pur ponendo enormi costi sui consumatori, lavoratori e imprese”.

Fioramonti, le cui proposte sono venuti sotto il fuoco diretto da Matteo Salvini, Italia climatico negando primo ministro, la cui estrema destra League hanno votato contro quasi tutti i tasti del clima proposte nella scorsa legislatura.

Tuttavia, Fioramonti ha detto che il suo ministero avrebbe essere forte contro l’opposizione.

“Voglio rappresentare l’Italia che si oppone a tutte le cose che Salvini”, ha detto.

“Dobbiamo costruire una narrazione diversa e non abbiate paura di dire qualcosa di Salvini non può, come, perché noi esistiamo.”



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.